Roma, malore di due autisti Atac per il caldo, Piccolo, PD: “Solidarietà ai due autisti, inaccettabile la gestione manageriale”

atac roma



“Esprimo la mia personale solidarietà ai due autisti dell’Atac che per le alte temperature registrate all’interno dei bus hanno accusato un malore e sono stati ricoverati d’urgenza. Il problema dell’eccessivo calore all’interno delle vetture mi è stato segnalato nei giorni scorsi anche da altri utenti i quali credevano che gli autisti avessero attivato l’impianto di riscaldamento per errore. Purtroppo secondo quanto riferiscono i dipendenti dell’azienda capitolina di trasporto la situazione è più grave di quanto possa apparire e mette, come nel caso odierno, a repentaglio la sicurezza dei lavoratori e degli utenti. Quanto accaduto oggi e le accuse di violazione dei diritti dei lavoratori rivolte ai vertici della società da parte di esponenti sindacali mostra una situazione aziendale di forte criticità. Peraltro continuiamo a sollecitare invano un piano industriale dell’azienda che a tutt’oggi, come riferiscono le cronache, sembra essere eterodiretta da Milano. Alla litigiosità interna al management si aggiunge la precarietà determinata dal prossimo avvicendamento del nuovo cda a tre membri. Il disastro aziendale non è solo nel maldestro uso di filobus o nelle mancate manutenzioni dell’aria condizionata che troppo spesso causano incendi, ma riguarda l’intero assetto manageriale. In Atac si continua a navigare a vista e che mentre premiano dirigenti dell’epoca Alemanno già allontanati, vengono intimiditi i lavoratori che sono la vera colonna portante dell’azienda. Il tutto, nell’assenza di una linea chiara di rilancio e di riequilibrio finanziario della società annunciata solo a parole ma senza alcun atto di riferimento ”. Così in una nota la consigliera del PD capitolino Ilaria Piccolo.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.