Aranova – Inaugurato il nuovo Mercato



Sabato mattina è stato inaugurato il nuovo mercato di Aranova. Parole di entusiasmo da parte del sindaco di Fiumicino Esterino Montino,che ha partecipato alla cerimonia inaugurale insieme al vicesindaco Anna Maria Anselmi, l’assessore all’Urbanistica Ezio Di Genesio Pagliuca, il presidente del Consiglio comunale Michela Califano, la consigliera comunale Alessandra Vona e i funzionari comunali delle attività produttive.

“È un giorno importante per il nostro Comune –ha annunciato Montino – Era da tempo che i cittadini attendevano i primi banchi e oggi hanno aperto la loro attività. È un’opportunità anche per chi ha deciso di posizionare qui il proprio banco. Ci saranno degli aggiustamenti, i posti ancora disponibili verranno rimessi a bando, ma la nostra Amministrazione ha preferito evitare ulteriori lungaggini burocratiche”. Il vicesindaco Anselmi ha poi aggiunto che saranno fatti ulteriori piccoli interventi per ottimizzare al meglio il mercato, come rimettere a bando a luglio i posti ancora disponibili.

“Aranova ha dimostrato di credere nel mercato. Per tutti quegli amici che hanno inseguito insieme a me questo sogno è un giorno speciale, la fine di un lunghissimo cammino – ha dichiarato Roberto Severino, presidente dell’associazione ‘Crescere Insieme’ –  Siamo riusciti, lo scorso aprile, dopo un pressing asfissiante nei confronti dell’ex sindaco Canapini, a far approvare dal consiglio comunale la delibera che trasferiva il mercato da Testa di Lepre ad Aranova. Abbiamo scelto con l’ex sindaco la posizione, abbiamo fatto avviare i lavori. Oggi, anche se con un po’ di ritardo rispetto alla tabella di marcia prevista, festeggiamo”.

“Ci sono ancora alcune cose da sistemare – ha aggiunto Severini – i banchi sono pochi rispetto al progetto iniziale. Molti banchisti sono stati avvertiti dell’inaugurazione soltanto due giorni fa e hanno dovuto, loro malgrado, dare forfait. Molte postazioni devono invece ancora essere assegnate e su questo l’assessore Anselmi dovrà lavorare sodo per recuperare il terreno perso. L’informazione è stata carente: i cittadini non sapevano dell’avvio del mercato e tra i banchisti questa mattina c’è stata un po’ di confusione. Nella parte finale del mercato i banchi sono troppo vicini e non ci si passa, forse sarebbe il caso di studiare altre soluzioni. Va intubato lo scolo dell’acqua. Ma alla fine è andato tutto per il verso giusto, bene così”.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.