Biopsia: quando viene utilizzata?

Esistono diverse tipologie di cancro, come il tumore al seno, alla prostata e al colon-retto, che si sviluppano per via di vari fattori genetici ed ambientali, come l’abuso di fumo e bevande alcoliche, l’inquinamento, la cattiva alimentazione, la scarsa attività fisica e l’obesità. Con la biopsia, i pazienti con un sospetto di cancro riescono ad avere una diagnosi definitiva e sicura.

Ogni giorno in Italia circa 1000 persone ricevono una diagnosi di tumore. Si tratta di un numero molto significativo, che sottolinea il forte impatto della patologia oncologica1. Si è, però, registrato un calo del tasso di mortalità causata dai tumori. Questa è una conquista molto importante ed è possibile grazie al forte risalto del ruolo della prevenzione, della diffusione degli screening e del miglioramento delle terapie1.

Negli ultimi anni si sta assistendo allo sviluppo della medicina personalizzata in ambito oncologico. Grazie a questa nuova modalità i pazienti possono combattere la patologia con una serie di cure moderne e personalizzate, che si basano su indagini molecolari specifiche.  Tramite un prelievo bioptico del tumore si può ottenere un profilo molecolare che permette ai medici di trovare una strategia terapeutica personalizzata per ogni paziente.

I tumori non sono tutti uguali, colpiscono organi e tessuti differenti e originano da anomalie cellulari. Le cellule hanno il ruolo di occuparsi della crescita dell’organismo. Se in una cellula sana vengono meno le normali funzionalità, la cellula può andare incontro a fenomeni biologici alterati, iniziando a moltiplicarsi in maniera incontrollata e senza necessità fisiologica. L’acquisizione di queste anomalie è alla base delle neoplasie2.

Il paziente, con un sospetto di tumore, viene sottoposto a diversi esami diagnostici come TAC o risonanze magnetiche. Grazie alla biopsia è possibile avere una diagnosi definitiva sulla natura cancerogena delle cellule. Esistono due tipi di biopsia: quella solida che si effettua prelevando un campione di tessuto, mentre quella liquida che consiste in un prelievo di sangue o di urina, che viene poi sottoposto ad analisi molecolari.

La biopsia solida è un’indagine invasiva che conferma o smentisce la presenza di un tumore. Il suo ruolo è molto importante nei confronti della terapia, in quanto basandosi sui risultati dell’esame lo specialista può indirizzare il paziente verso il più idoneo tipo di trattamento e di cura.

Per il trattamento del cancro si parte dallo studio del genoma, ovvero l’insieme delle informazioni genetiche depositate nella sequenza del DNA. Partendo dal sequenziamento del DNA delle cellule tumorali si può capire quali alterazioni spingono una cellula a diventare cancerosa. Precision OncoTest SB1 è un test genetico che si basa sul sequenziamento del genoma (DNA) e del trascrittoma (RNA) e sull’analisi proteomica quantitativa per una profilazione molecolare completa dei tessuti tumorali del paziente.

Attraverso i risultati di questo test si può avere un quadro molecolare ed oncologico completo, in modo da permettere allo specialista di sviluppare delle terapie personalizzate per ciascun paziente. Per effettuare Precision OncoTest SB1 basta un campione di tessuto raccolto con la biopsia più recente e un campione di sangue.

Per la prevenzione dei tumori è sempre molto importante avere uno stile di vita sano, seguire un’alimentazione sana ed equilibrata ed eseguire regolarmente tutti gli esami di screening. Sono molto importanti anche i test genetici di ultima generazione, capaci di fornire risultati completi e validi nella definizione di una cura personalizzata per un paziente oncologico. Per qualsiasi dubbio è sempre opportuno consultare uno specialista.

Per maggiori informazioni sul test genetico di ultima generazione Precision OncoTest SB1: www.sorgenteoncologia.it

Fonti:

  1. Registri – tumori.it I numeri del cancro 2016 – a cura de Il Pensiero Scientifico Editore
  2. airc.it

A cura di: Ufficio Stampa Sorgente Genetica

(Visited 6 times, 1 visits today)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*