Matteo Salvini
Dall'Italia

Salvini: “Siamo scappati per paura della manovra? E’ l’esatto contrario”

Salvini: “Avevamo già pronta una manovra più coraggiosa, con 12 miliardi di tagli fiscali, che ovviamente avrebbe richiesto un confronto con l’Europa ben più serio di quello che Conte sta portando avanti. Carcere evasori? Dobbiamo diventare più severi con gli evasori, ma non con i disperati, pensare alle manette per alcune decine di migliaia di euro mi sembra veramente fuori di testa. Pieni poteri? Chiediamo solo elezioni e credo che non manchi molti dato che Di Maio ce l’ha con Conte, Renzi ce l’ha con Zingaretti, che è sparito, bisogna chiamare ‘Chi l’ha visto?’. Il problema immigrazione era uno dei 50 problemi italiani e purtroppo rischia di tornare ad esserlo. Confronti tv? Sono convinto della bontà delle mie idee e non scappo mai, quando Renzi era al 30% e la Lega al 5 chiesi più di una volta un confronto pubblico e lui non lo concesse. Io sono diverso, se domani mi chiedesse un confronto Conte, Di Maio, Zingaretti, la Raggi o anche Rifondazione comunista, io non mi tirerei indietro in nessun caso. Roma va ridisegnata, perché non ha senso che ci siano territori come Ostia che dipendano dal Campidoglio. Raggi persona onesta ma non è capace a fare il sindaco, prima si dimette meglio è”

[CONTINUA]