Cybersecurity, De Gregorio-Bianchi: “Da Campidoglio zero fondi per proteggere sistemi informatici”

cybersecurity



«A distanza di un anno dall’interrogazione con la quale avevamo chiesto una verifica dello stato di salute dei sistemi informatici di Roma Capitale e delle sue partecipate, evidenziando addirittura le potenziali minacce, il Campidoglio non ha dato ancora seguito a quanto ci aveva assicurato mettendo in condizioni il dipartimento dedicato alla cybersecurity di garantire l’adozione di standard di sicurezza adeguati grazie anche a un congruo stanziamento di fondi.

grave attacco informatico

Non ci ha sorpreso, dunque, il grave attacco informatico che nei giorni scorsi ha colpito Zétema. Quanto accaduto rappresenta una minaccia significativa oltre che per la sicurezza anche per la privacy dei dati di milioni di cittadini che hanno riposto fiducia nella amministrazione e potrebbe essere solo il primo di una lunga serie. Ora più che mai, dunque, è essenziale elevare la sicurezza dei sistemi informativi a priorità assoluta, con il Campidoglio che assume pienamente le proprie responsabilità nella promozione della cybersicurezza».

Così in una nota Flavia De Gregorio, capogruppo capitolino di Azione, e Nicola Bianchi, assessore ombra al digitale della lista civica Calenda sindaco.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Cybersecurity, De Gregorio-Bianchi: "Da Campidoglio zero fondi per proteggere sistemi informatici"

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Informazioni su Emanuele Bompadre 16928 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.