Giornata ecologica al fiume Farfa

Farfa



Per un momento smettiamo di parlare di Covid e occupiamoci di un tema altrettanto importante e urgente per il futuro dei nostri figli e nipoti: l’ambiente del nostro territorio che, come quello del pianeta, rischia di diventare un’immensa discarica se non inizieremo a proteggerlo e amarlo con convinzione.

Per questo motivo le associazioni Riserva Naturale Nazzano Tevere-Farfa, Italia Nostra, Legambiente Bassasabina, ASD Garisti Sabini, ASD Astraeus Fly Fishing e Laghi del Farfa, in collaborazione con i comuni di Mompeo e Castelnuovo di Farfa, hanno lanciato un invito ai cittadini della Sabina a trascorrere una domenica ecologica al fiume Farfa il prossimo 6 giugno. Appuntamento alle 9.30 presso il guado di S. Donato, coordinate https://maps.app.goo.gl/vzSerhw5zpeqvXeN7. Per maggiori informazioni cdf.farfa@gmail.com.

Le associazioni di volontariato

Per fortuna in Italia abbiamo un’importante realtà quella delle associazioni ambientaliste di volontari, che non fanno ancora rete a livello nazionale e internazionale, stanno affrontando con coraggio il tema della difesa dell’ambiente, con l’obiettivo di coinvolgere tutte le componenti  della società nella cura e nel rispetto  delle città, del mare, dei laghi, dei fiumi e dei boschi, e di incoraggiare la diffusione del senso civico e la responsabilizzazione di ogni cittadino.

Questi volontari promuovono la qualità, il rispetto per l’ambiente, la vivibilità e il decoro urbano, mantenendo e migliorando con azioni concrete la bellezza dei luoghi in collaborazione con cittadini, istituzioni e operatori economici del territorio. Con queste finalità sono stati già organizzati diversi eventi tra i quali le passeggiate ecologiche al fiume Farfa, con il recupero di grandi quantità di rifiuti abbandonati, in collaborazione con i comuni del territorio.

In numero sempre crescente molti cittadini stanno aderendo alle iniziative che migliorano il territorio e rendono più consapevoli tutti noi dell’importanza di rispettare e amare l’ambiente. Pertanto gli abitanti della Sabina, adulti giovani e bambini, sono invitati ad unirsi mettendoci il cuore, perché se ognuno farà la sua parte, il territorio diventerà più bello e attraente.

Sono convinto che questa tipologia di volontariato e di attività sia strategica per la Sabina, un territorio meraviglioso con una grande vocazione agricola e turistica.  Chi getta i rifiuti in modo indiscriminato presso fiumi, boschi o strade, invece di conferirli, come in tutti i paesi possiamo fare con una semplice telefonata, commette un reato grave. Ben vengano le fototrappole di cui si parla e soprattutto la vigilanza di cittadini e forze di polizia. Credo che siamo tutti d’accordo che di pari passo si debba intervenire con la cultura civica, specie nelle scuole, e con l’azione concreta sul territorio, come alcune associazioni fanno con merito grande quanto la quantità di rifiuti raccolti ad ogni passeggiata ecologica.

Di Giuseppe Manzo


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.