Fratoianni: “Bombe italiane…”

casa



Così l’onorevole Nicola Fratoianni sulla sua pagina Facebook:

Perché i rapporti con l’Arabia Saudita sono così rilevanti per la politica estera dell’#italia ?
Perché hanno a che fare con le armi e le guerre.
Raphaël Zanotti su La Stampa ci ricorda che il governo di Matteo #Renzi aveva il vizio dell’export facile di #bombe.
Durante il suo governo ha battuto ogni record, come potete vedere nel grafico in #foto, e ha autorizzato la vendita di almeno 20.000 bombe – e altri milioni di euro di armamenti – all’Arabia Saudita.

Bombe italiane

Lo ha fatto nel 2016, quando già l’Onu aveva condannato i bombardamenti dei sauditi in Yemen su scuole, ospedali e centri abitati.
Oltre 133 mila vittime, delle quali 12.000 civili, a cui si aggiungono 3,6 milioni di sfollati. Alcune di queste vittime hanno perso la vita a causa delle bombe italiane: lo sappiamo perché lo ha documentato un rapporto delle Nazioni Unite.
La guerra fa sempre schifo, ed è sempre un grande errore: tutto il mondo democratico e progressista dovrebbe esserne consapevole.
Eppure il Governo Renzi ritenne necessario autorizzare quella vendita, anche quando era ormai chiaro sulla testa di chi quelle armi rischiavano di esplodere.
5 anni dopo scopriamo che l’ex-premier, ora Senatore, prima si è trasferito in Commissione Difesa, e poi si è fatto retribuire da un’istituto controllato dal Ministro della Difesa degli acquirenti di bombe.
Tutto normale?
Sarà pure legale, ma per me è politicamente inaccettabile. Oltre che sconveniente per le relazioni internazionali dell’Italia.
Anche per questo ho presentato una interrogazione parlamentare.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 21172 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.