Frosinone, riqualificazione Scalo: avanzano i lavori al Mise

frosinone



Prosegue l’articolato programma di interventi in materia urbanistica promosso dall’Amministrazione Ottaviani, che è risultata assegnataria di un finanziamento di circa 18 milioni nell’ambito del progetto per la Riqualificazione Urbana e la Sicurezza delle Periferie. Nell’ambito della delocalizzazione degli uffici MISE (Ministero Sviluppo Economico) nella nuova sede di Via Mascagni n°21, gli operai stanno effettuando i lavori di sistemazione degli ambienti. La fine dell’intervento, compatibilmente con il periodo emergenziale, è prevista per il prossimo mese di maggio.

La sede di via Mascagni ospiterà una articolazione dell’ufficio ispettorato territoriale del Lazio del Mise, addetto al controllo dei campi elettromagnetici emessi dalle stazioni tv e radio. Gli addetti del Ministero, infatti, controlleranno gli impianti dell’area territoriale di competenza mediante misurazione dello spettro radioelettrico, a tutela della sicurezza non solo dei cittadini ma anche delle comunicazioni dei servizi essenziali, delle forze di polizia e armate.

Primo step

Il primo step del Programma per la Riqualificazione Urbana e la Sicurezza delle Periferie è avvenuto nel 2017 con l’ottenimento, da parte dell’amministrazione Ottaviani, del finanziamento ministeriale in risposta al bando, nel quale risulta inserito come progetto cardine quello inerente alla riqualificazione di piazzale Kambo con il concomitante investimento di Rete Ferroviaria Italiana, per la riqualificazione degli edifici di proprietà e la realizzazione di un sovrappasso pedonale al fine di incentivare l’utilizzo dei mezzi su ferro.

Lo scorso 28 giugno 2019, alla Villa comunale, è stato poi firmato il protocollo d’intesa alla presenza del sindaco, Nicola Ottaviani, e di Ferrovie dello Stato.

Ed è anche grazie a quell’investimento complessivo di circa 30 milioni di euro per il nuovo assetto della stazione e del quartiere, che le Ferrovie dello Stato hanno deciso di utilizzare la nuova rivisitazione urbanistica dello Scalo e della stazione, per far fermare i treni superveloci nel capoluogo, con il Frecciarossa che ha inaugurato il nuovo corso del trasporto il 14 giugno 2020.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Informazioni su Alfredo Di Costanzo 22285 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.