Il gelo spinge i prezzi della frutta

clima



A far tornare positiva l’inflazione contribuiscono i prezzi dei prodotti alimentari nel carrello, con aumenti che arrivano al 3% per la frutta, ma nei campi è speculazione al ribasso dalle clementine alle arance, dai carciofi ai cavolfiori sottopagati agli agricoltori colpiti anche dal maltempo. E’ quanto emerge dall’analisi della Coldiretti sui dati Istat relativi all’andamento dell’inflazione a gennaio 2021 che evidenziano un aumento dei prezzi alimentari dello +0.8% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Macchia di leopardo

Il gelo e la pioggia non stop hanno colpito a macchia di leopardo la produzione nazionale di verdura e frutta con milioni di euro di danni nelle campagne, dagli agrumi agli ortaggi invernali in campo come – sottolinea la Coldiretti – cavoli, verze, cicorie, finocchi, carciofi, radicchio e broccoli. Ma lo sbalzo termico ha inevitabilmente un impatto anche sull’aumento dei costi di riscaldamento delle produzioni coltivate in serra.

Il mese di gennaio – conclude la Coldiretti – è stato infatti segnato da ben 36 eventi estremi tra grandinate, tornado, nevicate anomale, valanghe e bombe d’acqua che hanno colpito lungo tutta la Penisola, secondo l’analisi della Coldiretti sulla base dei dati dell’European Severe Weather Database (Eswd).

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Informazioni su Alfredo Di Costanzo 21427 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.