Riapertura piste da sci: la proposta del Codacons

sci



Sul caso degli impianti da sci il Codacons rivolge oggi un appello al Governo, affinché sia permesso ai cittadini di praticare l’amato sport invernale senza tuttavia il rischio di assembramenti e focolai.

CONSENTIRE AI CITTADINI DI FARE SPORT SENZA CREARE ASSEMBRAMENTI

“Chiediamo di riaprire le piste da sci di fondo in tutta Italia, mantenendo però chiuse le strutture ricettive e gli impianti che erogano servizi (skilift, funivie, cabinovie, ecc.) in modo da evitare assembramenti tra sciatori – spiega il presidente Carlo Rienzi – Il rischio infatti è che gli italiani che amano lo sci si rechino all’estero per praticare tale sport, alimentando situazioni di potenziale pericolo sul fronte contagi”.
“L’apertura delle piste da sci di fondo in Italia, e la contestuale chiusura di ristoranti, rifugi e servizi vari, garantirebbe il distanziamento minimo tra sciatori eliminando la possibilità di assembramenti e focolai, consentendo agli italiani di sciare in tutta sicurezza” – conclude Rienzi.

 

Codacons Comunicati Stampa

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.