Ostia, Carabinieri individuano rapinatore seriale: arrestato 33enne

carabinieri



I Carabinieri di Ostia, al termine di articolata attività di indagine coordinata dal PM del pool della Procura della Repubblica di Roma che tratta, tra l’altro, i reati contro il patrimonio, diretto dal Procuratore Aggiunto Dott.ssa Lucia Lotti, hanno arrestato un romano di 33 anni, con precedenti, in esecuzione di un’ordinanza emessa dal Gip del Tribunale di Roma, con l’accusa di rapina.

Le indagini

Le indagini hanno consentito di accertare che il rapinatore, nel periodo tra settembre a ottobre scorsi, aveva messo a segno ben 4 rapine ad attività di ristorazione e commerciali di Ostia (fast food di via Paolo Orlando, esercizi commerciali di tre note catene di distribuzione ubicati in via Isola di Capo Verde e via Costanzo Casana). Durante i colpi, che duravano pochissimi minuti, l’uomo utilizzava sempre un grosso coltello per minacciare le vittime e farsi consegnare l’incasso della giornata contenuto in cassa, facendo perdere velocemente le proprie tracce.

Le indagini dei Carabinieri, costituite anche da un’attenta analisi dei filmati dei sistemi di videosorveglianza delle zone interessate e dall’escussione dei vari testimoni, ha consentito di individuare l’uomo, senza una dimora stabile, che è stato arrestato questa mattina a seguito dell’emissione dell’ordinanza di custodia cautelare.

Il rapinatore è stato accompagnato al carcere di Frosinone, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Informazioni su Emanuele Bompadre 13495 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.