Municipio XIII, progetto di outdoor education – ‘Scuola all’aperto – aule naturali’

Scuola all'aperto municipio xiii



Il progetto ‘Scuola all’aperto – aule naturali’, quest’anno sarà a beneficio di circa 500 bambini del territorio e interamente finanziato dal Municipio XIII. Gli utenti trascorrono la loro intera giornata scolastica all’aperto con attività e laboratori dedicati. Il percorso è iniziato tre anni fa con un progetto sperimentale rivolto a due scuole, ora è stato esteso a sei con un finanziamento a copertura totale dei costi per le famiglie.

La sperimentazione nel 2017

Nel 2017 la sperimentazione ha prodotto interessanti e gratificanti risultati. E’ stato osservato un miglioramento importante del benessere psicofisico e cognitivo dei bambini e una maggiore propensione al rispetto per l’ambiente e la sostenibilità, risultati avallati anche da un’ indagine scientifica condotta dall’ Università Roma Tre.

Le parole del Presidente Giuseppina Castagnetta

“La nostra amministrazione ha puntato sull’ innovazione e l’innovazione consiste nella possibilità di diffondere questo modello nella scuola pubblica, ad oggi non ancora presente, se non con qualche rara eccezione. L’outdoor education diventa un valore aggiunto, parte integrante del piano dell’offerta formativa della nostre scuole che non è in contrapposizione con la scuola in aula e con la sua centralità, bensì offre l’opportunità di aggiornare, espandere ed arricchire contenuti e prassi della didattica tradizionale. Abbiamo stipulato una convenzione con l’Università Roma Tre per valorizzare al meglio il progetto e l’attività di ricerca.” Così il Presidente del Municipio XIII – Giuseppina Castagnetta

Le affermazioni dell’Assessore Paola Biggio

“In questo momento difficile di pandemia l’outdoor education può diventare l’occasione per stimolare un grande ed innovativo laboratorio pedagogico per arricchire i contenuti dei nostri servizi educativi e scolastici, contenuti ed esperienze che ritroveremo nel nostro bagaglio culturale anche quando l’emergenza sarà terminata. Abbiamo deciso di investire una parte del finanziamento anche per formare le educatrici e le insegnanti interessate a questo tipo di progettualità affinché, speriamo nel futuro, possa diventare un modello ‘autosostenibile’ per l’amministrazione e in prospettiva, a costo zero. Ci auguriamo come sempre di poter implementare contenuti e prassi per innovare la nostra scuola pubblica”. Così l’Assessore Scuola – Edilizia scolastica e Politiche Giovanili – Paola Biggio.

 

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.