Pap: l’ennesima estrema conseguenza di un sistema in cui c’è ancora chi muore di fame

fame



Giovedì è morto un altro ragazzo mentre lavorava.

Aveva 35 anni, viveva a Verona e stava lavorando come operaio in un cantiere in provincia di Pordenone. Si stava occupando di sistemare i condotti per il passaggio dell’energia elettrica.

Malore letale

Aveva iniziato il suo turno sotto il sole cocente di fine luglio alle 7,30 del mattino e alle 17,30, dopo 10 ore di lavoro, è stato colto da un malore che lo ha ucciso.

L’ennesima estrema conseguenza di un sistema in cui c’è ancora chi muore di fame perché non ha un lavoro e chi muore invece sul lavoro perché costretto a lavorare troppo e senza sicurezza

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Pap: l'ennesima estrema conseguenza di un sistema in cui c'è ancora chi muore di fame

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Informazioni su Alfredo Di Costanzo 28219 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.