De Lorenzo: “Nessuna dietrologia né complottismo”



Nessuna dietrologia né complottismo in un comunicato stampa che ha il solo obiettivo di contribuire al dibattito sul tema della #scuola nell’interesse esclusivo degli studenti a cui va garantito l’ordinato avvio dell’anno scolastico senza il consueto balletto di cattedre a cui siamo abituati ormai da anni.

Mi arrogo il diritto di esercitare le mie prerogative parlamentari nel rispetto del mandato conferitomi dai cittadini e auspico di non dover ricevere accuse immotivate da chicchessia.

Non c’è nessun asse né segmenti, adiacenti o consecutivi, ma l’oggettiva valutazione di elementi e indicazioni che giungono anche dal #ConsiglioSuperioredellaPubblicaIstruzione che ha rilevato una serie di criticità rispetto ai contenuti dei #bandi. La scuola è patrimonio del nostro Paese e in quanto tale esige scelte di buonsenso e ragionevolezza che impongono di valutare attentamente le modalità di svolgimento del concorso ancor più se svolto in piena pandemia.

Qui il comunicato stampa congiunto

“Nel corso delle audizioni al Senato sul DL Scuola sono emerse evidenti criticità sull’impostazione del concorso straordinario per i docenti precari alla luce delle misure adottate per l’emergenza sanitaria in corso che mettono a rischio l’iter stabilito a dicembre scorso”. Così, in una nota congiunta affermano l’On. Fioramonti (MISTO) già Ministro dell’Università, della Ricerca e dell’Istruzione, l’On. Fratroianni (LEU), On. Orfini(PD), e l’On. De Lorenzo (M5S).”Sono emerse una serie di incongruità che potrebbero dar luogo a contenziosi tali da invalidarne la procedura- continuano i deputati. “Pensiamo che la stabilizzazione dei precari, che da anni garantiscono il funzionamento della Scuola italiana, sia un punto politico fondamentale e che non si possa sbagliare nulla. C’è il rischio di passi falsi che possono pregiudicare l’ordinato avvio delle attività didattiche a partire dal prossimo anno scolastico, già fortemente penalizzate per la chiusura delle scuole in questi mesi. Chiediamo – concludono infine i parlamentari – che su questo si riapra un confronto politico urgente in seno alle forze parlamentari che sostengono il Governo. La Scuola sta soffrendo in modo particolare l’emergenza. Dobbiamo assicurare diritto allo studio e continuità didattica. Saranno mesi complicati e serviranno scelte il più possibile condivise con tutti i soggetti del mondo della Scuola”.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 20930 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.