Pescara, in occasione dell’imminente “ponte pasquale” interdetti lungomare e parchi

pescara



La situazione di emergenza a Pescara e nel suo hinterland dovuta all’epidemia da Covid 19, con percentuali di nuovi positivi e ammalati ancora alte, e le continue segnalazioni di violazioni delle norme sui comportamenti da seguire per contrastare la diffusione del contagio, hanno spinto nel pomeriggio il sindaco di Pescara Carlo Masci ad emettere una nuova ordinanza – in accordo con S.E. il Prefetto, il Questore e il primo cittadino di Montesilvano – che rappresenta un giro di vite finalizzato a tutelare la salute pubblica in occasione dell’imminente “ponte pasquale” e soprattutto a far sì che gli sforzi finora compiuti dalla popolazione, per la stragrande parte seria e responsabile, non vengano vanificati. L’ordinanza dispone le seguenti limitazioni a far data da venerdì 10 aprile p.v. e fino a lunedì 13 aprile (Pasquetta) compreso:

Interdizione assoluta al transito pedonale sui marciapiedi del lungomare di Pescara, dal confine con il comune di Montesilvano al confine con il comune di Francavilla al Mare, compreso il Ponte del Mare, con deroga per quanti debbano accedere o uscire dalla propria residenza, domicilio o abitazione posti su questo tratto di strada;
 interdizione assoluta al passaggio di acceleratori di velocità e velocipedi (biciclette, ciclomotori o mezzi a trazione elettrica) sulla pista ciclabile del lungomare e in tutto il tracciato compreso tra i confini con Montesilvano e Francavilla, compreso il Ponte del Mare;
 interdizione assoluta al transito pedonale, di velocipedi e acceleratori di velocità sia sulla pista ciclabile che sul tracciato della Strada-Parco, con deroga per quanti debbano accedere o uscire dalla propria residenza, domicilio o abitazione posti su questo tratto di strada;
 divieto tassativo di accedere su tutte le spiagge del litorale cittadino compreso tra i comuni confinanti di Montesilvano e Francavilla;
 da venerdì 10 a lunedì 13 aprile p.v.è inoltre negato ogni permesso di stazionare sulle aree verdi del territorio comunale e zone esterne alle carreggiate viarie, ciò al di fuori delle previsioni di chiusura al pubblico di parchi e aree verdi dotati di recinzione, e sui siti delle riserve Pineta Dannunziana e e Pineta Santa Filomena.

Da sottolineare che i contravventori a queste disposizioni subiranno sanzioni comprese tra 400 e 3000 Euro.
Infine, l’amministrazione comunale ha richiesto all’Autorità Portuale di procedere alla chiusura con divieto di accesso per le persone anche sui moli nord e sud, sulle banchine e nell’area del Porto Turistico Marina di Pescara.

 

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 20965 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.