Raggi: “Realizzare la metro C vuol dire aprire nuovi cantieri”



Così la prima cittadina della capitale sulla sua pagina Facebook:

Realizzare la metro C vuol dire aprire nuovi cantieri, come quelli a Piazza Venezia, e concluderne altri. A pochi metri dal Colosseo, in via della Navicella, all’incrocio con via di Santo Stefano Rotondo, sono iniziate le operazioni di rimozione delle impalcature poste a protezione dell’Acquedotto Celimontano. Anche queste recinzioni facevano parte dei cantieri per la realizzazione della tratta San Giovanni-Colosseo della metro C.

Scavi in sicurezza

Le “talpe” meccaniche hanno scavato le gallerie in totale sicurezza, sono passate sotto l’Acquedotto raggiungendo i Fori, e ora sono pronte per ripartire. Le impalcature, poste proprio a tutela preventiva dell’Acquedotto, non sono ora più necessarie.

Facciamo così un altro passo in avanti verso la realizzazione delle nuove stazioni della terza linea metropolitana di Roma. Ricordo che il nostro progetto prevede altre tre stazioni museo dopo quella di San Giovanni aperta nel 2018: Amba Aradam/Ipponio, Colosseo/Fori Imperiali e Venezia.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Informazioni su Alfredo Di Costanzo 22316 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.