Di Maio: “Parte la fase 2 del Reddito di Cittadinanza”



Così il ministro Luigi Di Maio sulla sua pagina Facebook:

Mentre infuriano gli attacchi contro il Reddito di cittadinanza, noi siamo andati avanti a lavorare sodo e senza tanti proclami: è partita la fase 2 del Reddito di cittadinanza e da adesso è in vigore il decreto che permette ai Comuni di impiegare chi riceve il Reddito di cittadinanza per i cosiddetti lavori di pubblica utilità. Cosa significa?
Che dovranno rendersi disponibili per 8 ore alla settimana e dare una mano al Comune dove risiedono. Potranno ad esempio fare piccola manutenzione, pulire giardini, togliere graffiti dagli edifici pubblici, aiutare anziani nelle mansioni quotidiane.

Tante le esigenze

Sappiamo che sono tante le esigenze, tante le necessità della vita di una comunità e sappiamo anche che molte persone che ricevono il Reddito si erano già messe al lavoro, prima dell’entrata in vigore del decreto, magari ripulendo la spiaggia, o le strade antistanti le scuole. Sono storie belle, di onestà e voglia di contribuire, che anche alcuni giornali hanno raccontato, e che sfatano il solito disfattismo secondo cui gli italiani sarebbero una massa di disonesti e approfittatori.

Attività obbligatorie

Queste attività sono obbligatorie per chi riceve il Reddito di cittadinanza, pena il rischio di perderlo, e sono un’ulteriore risposta a chi teme che qualcuno volesse pagare le persone per non fare niente. I lavori di pubblica utilità sono un aiuto per i Comuni e segnano l’entrata nella fase 2. Reddito, lavoro, formazione: tre riforme in una che necessitano certamente di un tempo ragionevole per essere realizzate, ma che stiamo portando avanti. Perché siamo certi che cambieranno questo Paese.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 18616 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.