Boom in Europa di riso della Birmania



Con un aumento del +213% nella campagna di commercializzazione 2018/2019 è boom in Europa di riso proveniente dalla Birmania (Myanmar) delle stragi e delle persecuzioni di cui è vittima il popolo dei Rohingya. E’ quanto spiega la Coldiretti in occasione della riunione del Consiglio “Agricoltura e pesca” della Ue a Bruxelles dove il ministro italiano delle Politiche agricole, Teresa Bellanova, ha chiesto al commissario Ue Phil Hogan di ripristinare i dazi per le importazioni nell’Ue di riso tipo japonica dalla Birmania.

Aumento import

Infatti dopo l’attivazione della clausola di salvaguardia che ha eliminato la facilitazione del dazio zero sull’import di riso indica dalla Cambogia e dal Myanmar si è verificato – spiega Coldiretti – un aumento sospetto delle importazioni dal Myanmar di riso Japonica che invece continuano a godere delle esenzioni tariffarie per l’ingresso nella Ue dove, nella stagione 2018/2019, sono arrivate a 85.685 tonnellate contro le 27.334 di quella precedente.      Una tendenza confermata dalla campagna in corso, con gli acquisti aumentati del 300% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. In Italia nonostante la forte produzione interna – spiega la Coldiretti – le importazioni totali di riso straniero sono già cresciute del 46,6% nei primi otto mesi del 2019 rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Gravi difficoltà

L’aumento delle importazioni di Japonica a dazio zero potrebbe generare gravi difficoltà e danni ai coltivatori – denuncia Coldiretti – con l’Italia che è il primo produttore europeo con 4mila aziende agricole italiane che raccolgono 1,40 milioni di tonnellate di riso all’anno, pari a circa il 50% dell’intera produzione Ue, con una gamma varietale del tutto unica.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Informazioni su Alfredo Di Costanzo 22073 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.