Cerveteri, Fiumicino: dalla regione ok a biodistretto etrusco-romano

Michela Califano 



Dopo un lungo iter ieri la Regione Lazio ha ufficialmente autorizzato la nascita del Bio distretto Etrusco-Romano.  Si tratta di un progetto importantissimo per valorizzare l’immenso patrimonio agroalimentare che ricade nei territori di Cerveteri e Fiumicino e in tutta la Riserva Naturale Statale del Litorale Romano. Un importante motore per l’espansione delle produzioni biologiche e per implementare e potenziare le reti della filiera biologica, in particolare per la vendita diretta.

Comparto fondamentale per l’economia laziale

Grazie al Bio distretto Estrusco-Romano si potrà supportare un comparto fondamentale per l’economia laziale, quello agricolo, proteggendo al tempo stesso l’inestimabile tesoro naturalistico che questi territori possiedono, senza deturparlo e desertificarlo. Anzi grazie alla possibilità di collaborazione tra le imprese agricole e i soggetti che hanno già aderito o che aderiranno in futuro al Bio distretto, con università e centri di ricerca si potranno sperimentare nuove tecnologie che massimizzino la produzione senza intaccare il patrimonio naturalistico.

Si tratta di un progetto nato su impulso di un comitato promotore formato da agricoltori, cittadini, operatori turistici, associazioni e pubbliche amministrazioni che siamo stati davvero lieti di aver avallato.

Conosco bene le difficoltà del settore agricolo ma anche le potenzialità occupazionali di un comportato che nel Lazio continua a essere trainante, per questo sono felice che la giunta regionale abbia dato l’ultimo parere positivo a al Bio distretto.

Lo dichiara il consigliere regionale del Pd Lazio, Michela Califano

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Загрузка...

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.