XII Municipio, FDI-AN: “Provvedimenti ad personam per coprire incompatibilità Di Camillo”



 

[su_quote]

La storia del consigliere incompatibile al Municipio XII si complica giorno dopo giorno. Con il fine esclusivo di prendere tempo il M5S sta continuando a violare la legge perché mentre il consigliere Di Camillo ha messo in scena un’autosospensione che non è prevista, i grillini non hanno ancora avviato l’iter per la sua decadenza, così come previsto dalla legge. Nel frattempo abbiamo si rincorrono voci di pressioni esercitate dal M5S sugli uffici per ottenere un qualche parere. Ebbene, quale autorevolezza può avere un parere reso da qualsiasi organo o ufficio di un’amministrazione che per 9 mesi si è resa responsabile di non aver affrontato un’incompatibilità da risolvere in poche ore? In verità gli unici organi che contano in questa vicenda sono il Consiglio, guidato da un M5S che lo usa ad personam, il Prefetto ed il Tribunale di Roma. La normativa è chiara: il Testo Unico Enti Locali sanziona con la decadenza la condizione di incompatibilità, stabilendo che la cessazione dalle funzioni deve avere luogo entro dieci giorni dalla data in cui è venuta a concretizzarsi la causa. Per questo motivo prevede che il consiglio si riunisca subito e con una votazione di una delibera conceda un termine di 10 giorni per eliminare la causa di incompatibilità, o per consentire al consigliere di presentare delle osservazioni. Nei successivi 10 giorni il consiglio si riunisce di nuovo per dichiarare la decadenza del consigliere. È prevista altresì la possibilità che ogni cittadino, o anche il Prefetto, possa rivolgersi al tribunale civile per la cosiddetta azione popolare prevista dall’art. 70 del TUEL. Accertata l’incompatibilità, il tribunale lo dichiara decaduto. Insomma, come il Senato ha protetto Minzolini, anche il consiglio del Municipio XII protegge Di Camillo. Una situazione vergognosa e senza precedenti.

[/su_quote]

È quanto dichiarano i consiglieri di Fratelli d’Italia in Municipio XII, Giovanni Picone, Marco Giudici e Francesca Grosseto.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.