polverini
Primo Piano

Polverini: “La nota di Berlusconi è arrivata come un fulmine a ciel sereno”

Polverini: “Siamo rimasti colpiti perché la sua nota è uscita subito dopo la dichiarazione di Salvini. Salvini non ha agito da leader del centrodestra, perché il leader è quello che include, una dichiarazione fatta così in un mercato rionale in cui dice che chi non vota il Mes è escluso dalla coalizione non è da leader. Salvini ha avuto un atteggiamento dittatoriale, non è certo il modo in cui intendo io la politica. A 9 giorni dal voto, c’era tutto il tempo per riunirsi e parlarne. Siamo in molti in FI a non accettare una decisione così forte. Mi auguro che anche questa volta si possa ancora portare il partito su una posizione più comprensibile per i nostri elettori, a cui non possiamo dire che un giorno ci sentiamo autonomi dalla Lega e il giorno dopo ci sottomettiamo. Ci sono alcuni colleghi che sembrano far riferimento a Salvini più che a Berlusconi. Abbiamo sempre detto che il leader è colui che ha il consenso più alto quindi in teoria dovrebbe essere Salvini, che però è sempre più leader della Lega che del centrodestra. Giorgia Meloni è stata molto abile, ha accresciuto la sua popolarità e il suo consenso non solo per sua capacità ma anche per gli errori di Salvini e forse anche perché noi non siamo stati capaci di rinnovarci” [CONTINUA]

fornaro
Politica

Fornaro, migranti: “Modifica decreti sicurezza segnale chiaro cambiamento”

LeU voterà convintamente il decreto che modifica i cosiddetti decreti Salvini. Lo voteremo perché è il frutto di un lavoro importante e che rispetta uno dei punti qualificanti del programma di Governo nato nel 2019 anche per modificare quelli che erroneamente sono stati definiti ‘decreti sicurezza’ ma che in realtà hanno creato insicurezza nel Paese e, soprattutto rischiavano di portare fuori il nostro Paese dal novero delle nazioni civili. [CONTINUA]