Raggi: “10 ex dirigenti saranno chiamati a risponderne”

raggi



Così la prima cittadina romana sul,la sua pagina Facebook:

Doveva diventare il nuovo quartier generale di Atac, nella zona dell’Eur, invece per anni è rimasto simbolo di spreco. L’edificio non è mai stato ultimato, né consegnato e soprattutto il suo acquisto ha gravato come un macigno sulle casse dell’azienda. Questa è l’ennesima pesante eredità con cui abbiamo dovuto fare i conti.

Abbiamo trovato un’azienda gravata da un debito mostruoso di 1,3 miliardi di euro e ci siamo rimboccati le maniche per risollevarla. Una ferita ancora aperta che stiamo sanando.

Secondo la Corte dei Conti il danno stimato si aggira intorno ai 15 milioni di euro, uno sperpero di denaro pubblico ai danni di tutti i romani. Ora 10 ex dirigenti saranno chiamati a risponderne. Dal nostro arrivo abbiamo invertito la rotta e avviato un percorso di risanamento, mettendo fine all’era di Parentepoli, cacciando gli “amici degli amici” e ricominciato ad assumere in completa trasparenza.

Tutelato il lavoro

Con il concordato preventivo abbiamo salvato Atac dal fallimento, tutelato 11mila posti di lavoro, investito risorse per migliorare il servizio e acquistare nuovi bus per la città. Solo l’anno scorso ne sono arrivati 227, a breve saranno su strada altri 328.

Un percorso lungo, faticoso, ma necessario. Lo facciamo per mantenere l’azienda pubblica e non svendere l’azienda ai privati. Lo facciamo per i lavoratori, per i cittadini e per dare a Roma il servizio di trasporto pubblico che merita.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 19530 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.