Record storico per l’export di cibo italiano



Mai così tanto cibo e vino italiano sono stati consumati sulle tavole mondiali con il record storico per le esportazioni agroalimentari Made in Italy che nel 2019 hanno raggiunto per la prima volta il valore di 44,6 miliardi di euro grazie all’aumento del 7%. E’ quanto emerge dall’analisi della Coldiretti sulla base dei dati definitivi dell’Istat in vista degli incontri delle parti sociali con il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e con il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio per definire il piano di internazionalizzazione di fronte all’emergenza coronavirus.

Risultato straordinario

Un risultato straordinario con il cibo ed il vino che – sottolinea la Coldiretti – svolgono nel mondo anche un ruolo da traino per l’intero Made in Italy. Una realtà da difendere dall’emergenza coronavirus che oltre alle difficoltà produttive, logistiche e commerciali sta provocando pesanti danni di immagine. Senza dimenticare – precisa la Coldiretti – le speculazioni in atto in alcuni Paesi dove vengono addirittura chieste insensate certificazioni sanitarie “coronavirus free” sulle merci provenienti dalla Lombardia e dal Veneto, ma ci sono state anche assurde disdette per forniture provenienti da tutta la Penisola.

Vino su tutti

Il prodotto agroalimentare piu’ esportato dall’Italia – sottolinea la Coldiretti – è il vino il cui fatturato realizzato all’estero è stimato in 6,4 miliardi nel 2019 e supera quello ottenuto sul mercato interno a conferma dell’importanza dell’esportazioni per la tenuta economica ed occupazionale del Made in Italy.

 

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Informazioni su Alfredo Di Costanzo 23714 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.