Fiumicino – Matrimoni gay: in Comune vengono trascritti gli atti



Attraverso una disposizione sindacale con protocollo n. 74845, l’Ufficio di Stato civile del Comune di Fiumicino provvede a trascrivere negli archivi entro il primo dicembre gli atti che attestino la celebrazione di matrimoni celebrati all’estero tra persone dello stesso sesso, entrambe residenti nel Comune di Fiumicino.

Non esistono motivi ostativi contro la trascrizione di queste unioni – ha affermato il sindaco Esterino Montino – riconoscerle è un atto di rispetto dei diritti civili e della legge, che prevede quest’obbligo quando si tratta di matrimoni validamente celebrati secondo le norme del Paese in cui si sono svolti. Il Comune di Fiumicino ha deciso di compiere un passo degno di un Paese civile e democratico. Non si tratta di un gesto estemporaneo, ma il frutto di una scelta precisa e consapevole, che mira alla giustizia e all’eguaglianza sociale”.

“Capisco e condivido la posizione del sindaco di Roma, Marino – prosegue Montino – che sta dando seguito alla richiesta di una coppia che ha chiesto di esercitare il proprio diritto. Anche io ho ricevuto una richiesta analoga nei giorni scorsi: la trascrizione di un matrimonio celebrato in Portogallo nel 2011 da una coppia omosessuale residente nel nostro Comune. Come ufficiale di Stato civile ho il dovere di dare seguito alla loro richiesta assumendo questa decisione”.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Avatar
Informazioni su Elisa Piras 63 Articoli
Elisa Piras è una giornalista che ha collaborato con testate come Il tirreno e Pisa Today, approdata a Il Tabloid ad Agosto 2014 attualmente occupa il ruolo di direttore e dirige la sezione Cronaca e attualità.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.