Civ: stock 1000 a podio Alessio Velini su BMW

I "ragazzi terribili" di Gino Avallone protagonisti incontrastati dei regionali di Alatri del 28 febbraio.



Alessio Velini conquista il terzo posto nel secondo round del campionato Italiano di velocità disputato oggi all’autodromo di Imola. Quella della Stock 1000 è stata una gara molto combattuta, corsa in due manche dopo che inizialmente i piloti avevano addirittura deciso di non prendere il via a causa della forte pioggia che aveva quasi allagato la pista. Nel warm up del mattino, disputatosi sotto la pioggia, Velini era stato vittima di una scivolata risoltasi senza conseguenze fisiche, ma che aveva costretto i tecnici del team 2R Racing a lavorare alacremente per riparare la sua BMW in tempo per la gara.
Dopo essersi schierati sulla linea di partenza e dopo due giri di ricognizione, i piloti decidevano di attendere che la pioggia calasse di intensità. Partenza ritardata di circa mezzora. Al via Alessio partiva guardingo su di una pista ancora bagnata ed al primo giro era sesto, riuscendo però in pochi giri a recuperare posizioni sino a raggiungere il terzo posto. Purtroppo dopo sole 3 tornate la gara veniva interrotta con la bandiera rossa a causa di alcune cadute che sporcavano la pista. La seconda partenza era molto simile alla prima per Velini, che transitava in quinta posizione al termine del primo giro per poi recuperare terreno e chiudere al terzo posto. Un buon risultato per il pilota del team 2R Racing che occupa ora il terzo posto della classifica del campionato a due soli punti da Corradi, secondo, e a cinque dal leader Goi. Un distacco che Velini intende recuperare già dalla prossima gara che si disputerà a Monza il 29 Aprile.

Alessio Velini: ”E’ stata una gara difficile nella quale è stato facile mantenere la giusta concentrazione visto che prima abbiamo deciso di non partire perché pioveva forte e la pista era quasi allagata. Quando abbiamo preso il via ho atteso a spingere a fondo per valutare prima le condizioni
del tracciato. Ho iniziato a recuperare posizioni ed ero terzo, ma molto vicino al secondo poto, quando la gara è stata interrotta. La seconda manche è stata molto simile alla prima e dopo una partenza buona ma nella quale non ho voluto prendere rischi, ho recuperato posizioni sino a raggiungere il terzo posto. Stavo recuperando terreno anche nei confronti di Saltarelli (secondo) ma la bandiera a scacchi mi ha impedito di portare a termine la mia rimonta. Un terzo posto che mi accontenta perché sapevamo che su questa pista le Ducati erano avvantaggiate e salire sul podio era il mio obiettivo.
Voglio ringraziare tanto la mia squadra che dopo la mia scivolata nel warm up del mattino ha fatto un grande lavoro sistemando al meglio la mia BMW in poco tempo. Siamo in corsa per il titolo e pronti alla prossima gara di Monza dove spero che il motore della mia BMW possa aiutarmi a conquistare un altro buon risultato”. 

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Informazioni su Ruggero Terlizzi 3460 Articoli
Ruggero Terlizzi è il classico nerd, tecnologia, fumetti, videogames, serie tv e tutto quello che è classificabile nella categoria. È un ottimo disegnatore e ha sempre a portata di mano un taccuino dove fare qualche schizzo. Appassionato anche di auto ha tenuto la rubrica motori su Il Tabloid Motori e da settembre gestisce la rubrica Tech su Il Tabloid.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.