Motomondiale: MotoGP, Silverstone, bianca e nera la gara per il Team Go&Fun Honda Gresini



Il pilota del Team GO&FUN Honda Gresini, Scott Redding, ha ottenuto la decima posizione nel Gran Premio di Gran Bretagna corso oggi a Silverstone: davanti al suo pubblico il rookie inglese ha corso una gara determinata, distanziando dapprima la Ducati del connazionale Crutchlow, nonostante qualche problema in frenata e in ingresso curva nei primi giri con il serbatoio pieno, dopodiché ha iniziato a girare su un ottimo ritmo andando a prendere e a superare a tre giri dal termine Yonny Hernandez, chiudendo così decimo sotto la bandiera a scacchi, miglior pilota in sella alla Honda RCV1000R per la quinta gara consecutiva.

Il suo compagno di squadra, Alvaro Bautista, è purtroppo uscito di scena a meno di due giri dal termine a causa di una scivolata: lo spagnolo, scattato dalla quarta fila, era in lotta con Andrea Iannone per conquistare la settima posizione.

ALVARO BAUTISTA (Rit.): “Oggi nel warm up abbiamo provato delle modifiche che mi ha permesso di guidare con più fiducia e di sentirmi più a mio agio con la moto: in gara infatti pian piano sono riuscito a prendere un buon ritmo. Avevo recuperato e stavo lottando per la settima posizione, quando purtroppo a un giro e mezzo dal traguardo non so come ho perso aderenza all’anteriore e sono caduto. Non stavo forzando, sapevo di non poter raggiungere Pol Espargarò, che aveva già oltre un secondo di vantaggio; pensavo semplicemente a finire la gara, senza rischiare. Fisicamente sto bene, anche se il morale non è dei migliori: non stiamo passando un bel momento, è chiaro. Quando lavori sempre al massimo e le cose non vanno bene è dura, ma cerchiamo di mantenere un atteggiamento positivo”.

SCOTT REDDING (10°): “Sono contento, anche se all’inizio della gara ho faticato con il serbatoio pieno a fermare la moto in frenata e a tenere la traiettoria in ingresso curva; per questo motivo i piloti davanti a me sono riusciti a prendere un po’ di vantaggio. In seguito però sono riuscito a tenere dietro di me Crutchlow e le altre Honda in configurazione Open, che era il nostro obiettivo primario. Verso la fine della gara riuscivo ad essere più veloce e così ho raggiunto Hernandez, superandolo e battendolo di oltre un secondo sulla linea del traguardo. Sono contento anche perché sono stato il migliore oggi tra i miei connazionali, proprio nel Gran Premio di casa: so che Smith si è dovuto fermare per un problema, ma per me è stato comunque bello battere Cal”.

FAUSTO GRESINI: “A prescindere dalla scivolata nel finale, oggi Alvaro ha fatto una bella gara: si è impegnato e ha dato il massimo, recuperando posizioni e lottando per un piazzamento che rientra nelle nostre aspettative. Peccato, questa si sta rivelando una stagione veramente strana e difficile. Scott è stato bravissimo, ci ha creduto e nonostante abbia faticato nelle prime fasi con il serbatoio pieno, in seguito è riuscito ad aumentare il proprio ritmo, andando a prendere Hernandez e a superarlo nel finale. Ha fatto quello che doveva fare e ciò dimostra ulteriormente la sua crescita”.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Informazioni su Giovanni Soldato 3232 Articoli
Giovanni Soldato, specialista della fotografia.... secondo lui, ottima penna sia in ambito sportivo ma soprattutto nell'ambito dei motori. Nato a Barberino del Mugello appena ha tempo mette le due ruote in pista. Collaboratore de Il Tabloid cura la provincia di Latina, le notizie nazionali e dall'estero.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.