Giuseppe Civati
Primo Piano

Civati: “Questa storia della crisi eterna mentre nel Paese c’è la pandemia è un’assurdità”

Civati: “Lui le carte le gioca tutte, ma non è detto che poi non se le rimetta in tasca. C’è una parte del Pd che è d’accordo con Renzi, secondo me Franceschini è uno non molto convinto che Conte debba continuare a fare il premier. Preoccupato per situazione sociale, bisogna che chi ha guadagnato tantissimo dal covid o che in generale sta molto bene dia un contributo, chiamiamola patrimoniale o progressività [CONTINUA]

Giuseppe Civati
Primo Piano

Civati: “Scissione Renzi? Suo partito simile a quello di Calenda”

Civati: “La verità è che quando faranno la legge elettorale proporzionale si tornerà a votare. Il Pd col proporzionale non c’è più. Se non c’è più un sistema elettorale che polarizzi su grandi partiti, è normale che ognuno si metta in proprio. Nell’intervista Renzi ha rilanciato i suoi temi, una posizione centrista classica, con venature liberali. E’ anche una tradizione nobile che andrebbe ripresa. Bisognerà capire se questo governo vorrà rilanciare anche gli investimenti pubblici e capire cosa diranno Renzi e il M5S. La cosa che manca in quell’intervista di Renzi è il clima. Franceschini? E’ eterno. E’ un ministro serial. Gioca sia col modulo di Allegri, che con quello di Sarri, ma soprattutto con quello di Conte”.
[CONTINUA]