BSB: SBK, ottimo esordio per Alex Polita

"Gli eredi di Marrazzo non devono vincere e le loro idee ostili ai nostri valori non devono passare"



Inizia a Brands Hatch il campionato nazionale inglese e come ad Imola il vero protagonista della giornata è stato il mal tempo. Davvero difficile con le rigide regole che ci sono in Inghilterra domare delle moto con 200 cavalli senza l’eltettronica, con numerosi incidenti e la netta difficoltà dei piloti.

La prima gara della SBK ha visto tutto quello che il BSB promette, con sorpassi a limite, cadute spettacolari, litigi a bordo pista e due safety car costrette ad entrare in pista per permettere di pulire il tracciato. Vince la gara Jon Kirkham con un sorpasso al fotofinish ai danni di Alastair Seely, grazie anche ad una scodata di quest’ultimo nell’ultima curva, dopo aver rimontato dalla 13esima posizione e dominando la contesa fino all’errore finale. Conquista il gradino più basso del podio Michael Rutter, Team MSS Kawasaki, con quasi 400 gare disputate nel BSB, sempre combattivo e tenace a dimostrazione che il suo soprannome, The Blade, è del tutto fondato.

I “nostri” piloti hanno ben figurato, con un Alex Polita, partito dalla 28esima posizione in griglia , e che dopo una rimonta stupefacente conquista l’11esimo posto con la nuova Ducati 1199 Panigale, e che grazie al giro veloce partirà in decima posizione in gara 2. Bene anche Luca Scassa settima posizione per lui, ma che non riesce a terminare la gara dopo una caduta senza conseguenze fisiche.

Italia rappresentata anche dal Team Supersonic, con Tommy Bridewell, giunto in sesta posizione, preceduto da Ian Lowry e Gary Mason, specilisti della pioggia, ma giungendo davanti al favorito Shane Byrne con la Kawasaki di Paul Bird Motosport, oggi leggermente sotto tono.

Non bene i piloti della Swan Yamaha, tanto attesi alla vigilia della gara, Noriyuki Haga soltanto 13esimo dopo un errore clamoroso alla partenza che per poco non crea un intoppo in griglia da annali del motociclismo e che sicuramente l’assenza del launch control ci ha messo lo zampino. Il campione in carica Tommy Hill invece rimane a zero punti grazie ad una caduta quando era nei primi dieci.

 

Classifica Round 1 BSB Brands Hatch Indy 2012

01- Jon Kirkham – Samsung Honda – Honda CBR 1000RR – 30 giri in 28’48.680
02- Alastair Seeley – Tyco Suzuki by TAS – Suzuki GSX-R 1000 – + 0.136
03- Michael Rutter – MSS Bathams Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 0.750
04- Ian Lowry – Padgett’s Racing – Honda CBR 1000RR – + 3.023
05- Gary Mason – Quattro Plant Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 5.191
06- Tommy Bridewell – Supersonic Racing Team – BMW S1000RR – + 6.155
07- Shane Byrne – Rapid Solicitors Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 6.284
08- James Westmoreland – Team WFR – Honda CBR 1000RR – + 8.813
09- Freddy Foray – Quattro Plant Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 9.145
10- Joshua Brookes – Tyco Suzuki by TAS – Suzuki GSX-R 1000 – + 9.411
11- Alex Polita – Jentin Doodson Motorsport – Ducati 1199 Panigale – + 9.627
12- Chris Walker – Pr1mo Bournemouth Kawasaki Racing – Kawasaki ZX-10R – + 10.192
13- Noriyuki Haga – Swan Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 11.636
14- Scott Smart – Moto Rapido Racing – Ducati 1199 Panigale – + 12.169
15- James Hillier – Pr1mo Bournemouth Kawasaki Racing – Kawasaki ZX-10R – + 15.514
16- Peter Hickman – MSS Bathams Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 18.511
17- Alex Lowes – Team WFR – Honda CBR 1000RR – + 20.271
18- John Laverty – Splitlath Redmond – Aprilia RSV4 – + 29.925
19- Barry Burrell – Buildbase BMW Motorrad – BMW S1000RR – + 31.928
20- Tom Tunstall – Jentin Doodson Motorsport – Ducati 1199 Panigale – + 32.213
21- Aaron Zanotti – A-Plant Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 54.151

 

 

 

Alessio Cavalli

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Informazioni su Ruggero Terlizzi 3412 Articoli
Ruggero Terlizzi è il classico nerd, tecnologia, fumetti, videogames, serie tv e tutto quello che è classificabile nella categoria. È un ottimo disegnatore e ha sempre a portata di mano un taccuino dove fare qualche schizzo. Appassionato anche di auto ha tenuto la rubrica motori su Il Tabloid Motori e da settembre gestisce la rubrica Tech su Il Tabloid.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.