Cresce ancora il settore della moda in Italia: nascono 6 nuove imprese al giorno

Cresce ancora il settore della moda in Italia: nascono 6 nuove imprese al giorno



L’Italia ha scelto la moda, e lo ha fatto di comune accordo con consumatori e imprenditori: sono stati soprattutto i secondi a cogliere le giuste intuizioni, per fiondarsi in un mercato florido come non mai. A dispetto della crisi, infatti, il marchio made in Italy riscuote sempre un successo che ha pochi pari al mondo: specialmente quando si parla del comparto del fashion, che da noi vanta le migliori firme di caratura internazionale. Eppure, qui non sono solo i big del settore a farsi valere, ma anche i “pesci piccoli”: stando alle rilevazioni della Camera di Commercio di Milano, ogni giorno in Italia nascono 6 nuove imprese nel settore della moda.

Settore della moda: i dati della Camera di Commercio

Il report della Camera di Commercio ha portato con sé diversi dati affascinanti ed eloquenti: innanzitutto sappiamo che, ogni giorno, l’Italia dà il benvenuto a ben 6 nuove aziende impiegate nel settore del fashion. Questa è infatti la media tracciata dalla Camera di Commercio, analizzando il trend dei primi 10 mesi del 2017. Cresce anche il fatturato delle aziende di questo comparto, arrivato a sfiorare i 55 miliardi di euro a dicembre dello scorso anno (+2,4% rispetto al 2016). Inoltre, sono soprattutto i giovani a guidare queste nuove imprese: quasi 10.000 delle suddette sono a conduzione giovanile, occupando il 9% dell’intero ecosistema dell’imprenditoria di moda. Il futuro? Gli esperti sostengono che il fatturato di queste imprese crescerà nel 2018 di un ulteriore +2,6%.

Giovani e moda: il momento è quello giusto

Questo è un buon momento per i giovani e per il mondo della moda: investire in questo settore lanciando il proprio marchio, dunque, potrebbe essere una delle opzioni più calde. Bisogna però fare grande attenzione e differenziarsi dalla concorrenza: è importante proporre qualcosa di innovativo e di unico, differenziandosi a partire dal prodotto stesso. Un brand dovrebbe impersonare esattamente il target al quale viene rivolto: per farlo bisogna ovviamente studiare nel dettaglio il proprio pubblico di riferimento, così da anticipare le sue esigenze.

Per farsi conoscere, soprattutto all’inizio, occorre definire bene una strategia di marketing: una soluzione adatta alle nuove imprese sono gli articoli promozionali personalizzati da regalare ai clienti, per farsi apprezzare e per farsi pubblicità. Ad esempio, nel settore della moda si prestano bene delle borse personalizzate con il logo dell’azienda: il cliente sarà contento di portarle sempre con sé, facendo di riflesso pubblicità per conto dell’azienda stessa. Strategie come questa sono fondamentali per differenziarsi dalla concorrenza, soprattutto in Italia, un mercato in cui le imprese di questo settore aumentano di giorno in giorno.

Moda e presente: aumenta anche l’export

Il marchio del made in Italy semina proseliti soprattutto in giro per il mondo: non a caso il comparto dell’export nel settore tessile, da solo, produce il 56% dei ricavi delle aziende che operano in questo ambito. Il 2017 è stato un anno davvero positivo per questa industria, considerando una crescita delle esportazioni pari al +3,5%. I prodotti italiani piacciono soprattutto in Europa: se si parla di settore moda, a livello europeo le esportazioni hanno prodotto ricavi superiori del +4,1%.

Avatar
Informazioni su Emanuele Bompadre 11902 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.