Dall'Italia

Speranza: “Manovra: Governo gialloverde in stato confusionale”

Speranza: “Governo gialloverde in stato confusionale, imprigionato dai meri interessi elettorali di Salvini e Di Maio. Il mio nemico non è il M5S, la sinistra deve lavorare per dividerli dalla Lega. Il Pd è figlio di un tempo che non c’è più, presto le due anime che stanno nel partito dovranno prendere atto delle differenze fondamentali. Dobbiamo costruire una forza rosso-verde che sia alternativa alla destra lepenista, per farlo sarà indispensabile scomporre le forze che ci sono oggi sulla base delle loro fratture politiche interne” [CONTINUA]

Dall'Italia

Povia: “Non guardo X Factor perché sono un po’ invidioso di quelli che stanno lì”

Povia: “Anastasio fascista? Non credo che un like su facebook sarà un problema per la sua carriera. C’è stato di peggio in passato, le cose vengono dimenticate. Lui si è difeso molto bene. Se ad una festa della Lega, metti una canzone di Rino Gaetano, i familiari dicono sono stufi che venga strumentalizzato politicamente, però le canzoni di Rino Gaetano sono state trasmesse anche nelle feste di sinistra e viene da chiedersi perché non abbiano detto nulla allora. Se andrei a suonare alla festa di Potere al Popolo? Ogni palco è l’occasione perfetta per esprimere la mia musica, Potere al popolo ha delle buone idee, quindi perché no? L’egemonia di sinistra nella musica non è finita. Se vincono comandano, se non vincono comandano perché fanno opposizione. Negli anni ’50 sono stati bravi a prendersi la comunicazione quella vera, io mi sento anche di appartenere agli intellettuali veri di sinistra, poi però se fai una dichiarazione da sovrano, che è il contrario di suddito, e dicono che sei di destra. Corinaldo? La colpa non è di Sfera Ebbasta ma di chi gestiva il locale. Molti artisti che ho amato, come stile di vita hanno fatto danni: Jim Morrison, i Rolling Stones, non erano veri ribelli, loro parlavano ai giovani con il linguaggio contrario a quello dei loro genitori, troppo facile fare così” [CONTINUA]

Dall'Italia

Pino Aprile: “Giorgetti su reddito cittadinanza? Lui è il più sincero”

Pino Aprile: “Per la Lega il reddito di cittadinanza è identificato solo con il sud, ma i diritti differenziati stavano nel Sud Africa dell’Apartheid. Di Maio si è accorto solo adesso che aveva fatto passare l’autonomia differenziata come se fosse normale. L’Europa considera l’Italia il sud d’Europa, come Usa, Cina e Russia considerano l’Europa sud del mondo” [CONTINUA]