Martedì, 29 maggio 2012

ANGUILLARA – TERRIBILE INCIDENTE D'AUTO NEI PRESSI DELL’EX CONSORZIO

Tragedia sfiorata questa mattina sulla Via Anguillarese teatro di frontale tra uno scooter e una vettura.
Non erano ancora le 11,00 quando in Via Anguillarese, all’incrocio con Via della Mainella, si è verificato un incidente che avrebbe potuto avere conseguenze estremamente drammatiche.
Uno scooter guidato da un 26enne residente ad Anguillara e proveniente dal paese, si è scontrato frontalmente con una Fiat Panda guidata da una signora anch’essa residente nel paese sabatino, che provenendo dal passaggio a livello sembra stesse per imboccare a sinistra Via della Mainella. 
Dopo l’impatto con l’autovettura, fortunatamente non proprio al centro del cofano, Lo scooter e il suo guidatore sono letteralmente schizzati nel prato accanto senza incontrare ostacoli rappresentati da alberi o da cartelloni pubblicitari. Una sorta di grazia ricevuta.
Seppur nella disgrazia, un'altra serie di circostanze fortuite hanno consentito allo scooterista di essere immediatamente soccorso. Due volontarie del locale comitato della CRI infatti, le sorelle Simona e Delvina, casualmente sull luogo dell’incidente, sono immediatamente intervenute prestando i primi soccorsi in attesa che l’equipaggio di un’ambulanza del 118 tempestivamente allertato e sopraggiunto di lì a poco, procedesse alle cure del caso.
Cure che evidenziavano la necessità di far intervenire un elicottero dell’Ares atterrato in zona dopo pochissimi minuti per procedere al trasporto nel più vicino ospedale romano.
Prima di trasferirlo sull’elicottero, all’interno dell’ambulanza si è provveduto a “stabilizzare” l’incidentato che presentava fratture esposte e scomposte ad una gamba e al piede senza per fortuna presenza di emorragie. Al giovane è stato applicato un collare cervicale prima di essere posizionato su un’asse spinale con sistemazione di cinture a "ragno" che ne hanno consentito l’immobilizzazione totale. All’incidentato inoltre  è stato applicato anche un  “fermacapo”  che si rende necessario per il trasporto in ambulanza e successivamente su elicottero, proprio quando certe dinamiche fanno sospettare un possibile danno alla colonna vertebrale.
C’è da sottolineare come immediato siano stati anche gli interventi della Polizia Municipale che ha impedito si creasse il caos del traffico a causa dei soliti curiosi, e di una pattuglia dei Carabinieri della locale stazione che si sono occupati dei rilievi del caso.
Prima che l’eliambulanza decollasse, Simona non ha resistito alla tentazione di un’ulteriore verifica sullo stato di salute del giovanotto ed é corsa a salutarlo.
Poteva sicuramente andare peggio, molto peggio.

Renato Magrelli

© - Riproduzione Vietata
Foto Gallery:
  (4 Voti)
Vota articolo:
1   2   3   4   5   

scritto da: Luciana Randazzo da Anguillara (14:15 del 29 maggio 2012)
Brave Simona e Delvina!

scritto da: Simona Spinaci da anguillara sabazia (16:41 del 30 maggio 2012)
Io e mia sorella.....Simona e Delvina, due nomi che hanno fatto ricordare altre due volontarie del soccorso di Anguillara, venute purtroppo a mancare qualche anno fa, e che la maggior parte di noi conosceva e ricorda con molto affetto. Ma nella vita ci sono casi di omonimia, e purtroppo non mi posso cambiare il nome e neanche mia sorella, e neanche possiamo lasciare la croce rossa per questo. Una cosa la devo sottolineare però, il giornalista Magrelli, non può essere condannato per aver fatto il suo lavoro, e per aver citato due nomi appartenuti a due donne fantastiche, ma che appartengono oggi anche ad altre due persone.

scritto da: Marco Atzeni da Anguillara sabazia (00:53 del 31 maggio 2012)
Buona sera a tutti! Sono il malcapitato che purtroppo era alla guida dello scuter! Volevo rassicurare tutti dicendo che nonostante il bruttissimo incidente tutto sommato sto bene, e di questo devo ringraziare i due angeli custodi che da subito si sono prese cura di me in particole Simona! che in un momento dove raggionare per me era impossibile lei oltre a ad darmi aiuto fisico mi ha saputo tranquillizzare con le sue carezze e parole! Poi come scordare il saluto prima che mi alzassi in volo! Ovviamente ringrazio per il loro grande e impeccabile lavoro che hanno fatto gli operatori del 118 e dell'elicottero! Anche se prima che mi rimetterò in piedi passera molto tempo spero di rincontravi per una bella pizza e ringraziarvi uno ad uno per avermi salvato la vita! Grazie veramente dal profondo del cuore!


Per inserire un commento a questo articolo è necessario essere iscritti al sito.
Se sei un utente registrato inserisci di seguito i tuoi dati di accesso:

Email
Password


Se non sei ancora iscritto al sito, puoi farlo cliccando qui.
Se non ricordi i dati per la registrazione, puoi richiederli cliccando qui.
Login
utilità
Notizie Flash
Ultimi Commenti
Appuntamenti
    Aprile 2014
    LunMarMerGioVenSabDom
     123456
    78910111213
    14151617181920
    21222324252627
    282930
    I più...