MotoGp: Marquez stellare, dominatore del sabato inglese

Marc Marquez imprendibile, Marc Marquez super per sei sabati dall’inizio di stagione, quattro di fila. Il campione del mondo in carica e portacolori Repsol Honda firma la pole position al GP di Gran Bretagna e si candidata alla vittoria della dodicesima gara stagionale. Bene Valentino Rossi (Movistar Yamaha MotoGP), secondo davanti a Cal Crutchlow (LCR Honda).

Le condizioni della pista sono buone e un pallido sole scalda le secondo qualifiche della categoria regina. Accedono Dani Pedrosa (Repsol Honda) e Jonas Folger(Monster Yamaha Tech 3), ma la loro sessione non sarà ottima e chiuderanno come settimo e decimo.

Da subito impressionate Marquez, che già al secondo passaggio mette a referto un tempo difficilmente avvicinabile chiudendo la Q2 con un 1:59.941s da record. Il primo e l’unico a scendere sotto i 2:00s.

Ci provano Crutchlow e Maverick Viñales (Movistar Yamaha MotoGP™) ad impensierire il campione del mondo in carica ma senza intaccare il suo primato granitico. Chiuderanno come terzo, a 0,165s, e come quarto a 0,4.

Solo Rossi si avvicina al talento di Cervera e, nel corso dell’ultimo passaggio utile, il nove volte iridato è addirittura meglio di Marquez nei primi tre intertempi. Valentino segna il secondo miglior crono della giornata pagando un ritardo di 0,084s.

Jorge Lorenzo, già primo nella FP4, è la miglior Ducati e partirà al centro della seconda fila. Al suo fianco il compagno di box Andrea Dovizioso.

La prima Aprilia è quella di Aleix Espargaro, autore del nono tempo dietro a Johann Zarco (Monster Yamaha Tech 3). Mentre Danilo Petrucci (Octo Pramac Racing) e Andrea Iannone (Suzuki Ecstar) si sono fermati in Q1 e inizieranno la gara inglese dalla quinta e sesta fila.

Fonte: motogp.com

I video del giorno

Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 9355 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.