Attentato Barcellona, si aggrava il numero delle vittime

Attentato a Barcellona – Si aggrava il bilancio delle vittime nell’attentato di oggi pomeriggio sulla Rambla dove un furgone si è scagliato sulla folla.
Salgono infatti a 13 i morti dell’ennesimo attacco, un attacco che ha visto la Spagna di nuovo protagonista dopo le bombe nella stazione di Atocha a Madrid nel 2004 che fecero quasi 200 vittime.
Un attacco che aveva avuto delle avvisaglie dopo gli arresti di alcuni foreing fighter qualche mese fa e l’avviso della CIA che aveva avvertito di un probabile attacco sulla Rambla.

L’utilizzo di cani sciolti che si muovono indisturbati nelle città sono di difficile individuazione, un camion o un furgone che si schianta contro la folla è un evento imprevedibile che può avvenire in qualsiasi parte della città e in qualsiasi orario.

La Guarda Civil nel frattempo conferma che ci sono due persone asserragliate all’interno di un locale. È indiscutibile che si tratti di attentato terroristico, ancora però non ci sono conferme se la matrice sia islamica oppure no anche se da prime indagini il furgone sarebbe stato preso in affitto da un musulmano.

Il ministero degli esteri, che sta operando per capire se ci sono italiani coinvolti, ha attivato un numero di emergenza per informazioni  0636225.

 

 

I video del giorno