Moto2: assolo di Morbidelli al Red Bull Ring

A Spielberg, Franco Morbidelli vince la settima gara dell’anno e impone il suo ritmo al Campionato del Mondo Moto3™. Dopo l’ottavo posto a Brno è arrivata la risposta del pilota Estrella Galicia Marc VDS, imprendibile al Red Bull Ring. Alex Marquez, suo compagno di box, è secondo e Tom Luthi (CarXpert Interwetten) terzo. La lotta per la piazza d’onore in campionato entra nel vivo. Bene Francesco Bagnaia (Sky Racing Team VR46) e Mattia Pasini (Italtrans Racing); protagonisti di un bel duello, fanno quarto e quinto.




In pole position, nel giorno del suo trentaduesimo compleanno, proprio Pasini. Al suo fianco Morbidelli e in quarta posizione Bagnaia. Le condizioni climatiche continuano a restare buone e il sole farà la sua comparsa prima della bandiera a scacchi.

Partenza fulminea del numero 21 Estrella che prova ad allungare sin dalle prime battute di gara. Anche Marquez, autore del terzo tempo, è protagonista di un ottimo avvio. I due compagni di box lottano subito per la leadership della gara ma è Morbidelli a mettersi davanti. A meno diciassette tornate dalla fine l’alfiere VR46 Academy è al comando. Prova l’allungo, ci riesce a tratti mentre in alcune fasi della corsa è recuperato dai piloti dietro a lui ma fa sua la vittoria dopo essersi portato a oltre 1,3s da Marquez.

Il catalano deve lottare con Luthi che aveva iniziato la sua gara dal centro della seconda fila. Il duello per la seconda pizza e per il campionato (i due sono secondo e terzo) è emozionate. Gli avversari poi raggiungono Morbidelli e la sfida diventa a tre per alcuni passaggi. Luthi commette un errore ed è rilegato al gradino più basso del podio. La classifica generale ora dice questo: Morbidelli 207 punti con lo svizzero a 181. Segue Marquez a 153.

Allo spegnersi del semaforo del via Pasini perde qualche posizione e non mantiene la testa della corsa, riesce a stare nella scia dei Luthi e di Marquez. È con i primi tre per la prima parte di gara provando a sfruttare un eventuale errore dei piloti che lo precedono. Poi accusa un certo distacco con il passare delle tornate e duella con Bagnaia chiudendo dietro al torinese in quinta posizione.

Dopo l’inizio della corsa, infatti, Pecco segue i quattro di testa leggermente più staccato. Recupera su Pasini e entrambi sono superati da Miguel Oliveira (Red Bull KTM Ajo) che poi si ritirerà. Per Bagnaia è un quarto posto e una prima stagione in Moto2™ che prosegue alla grande.

Nella scia di Bagnaia infetti si è posto da subito il duo Red Bull KTM Ajo: Oliveira e Brad Binder, campione del mondo Moto3™ 2016 che dopo una prima parte di annata in salita è con i primi. Il portoghese ha avuto la meglio su ‘Pecco’ e poi su Pasini. A sei giri dalla fine si avvicina alle posizioni calde e tenta di salire sul podio ma nel corso del ventunesimo passaggio cade all’interno della curva otto. Resta in gara solo Binder che termina come settimo alle spalle di un ritrovato Takaaki Nakagami (Idemitsu Honda Team Asia).

Lorenzo Baldassarri e Luca Marini (Forward Racing), Stefano Manzi (Sky Racing Team VR46), Fabio Quartararo (Pons HP 40) e Xavi Vierge (Tech 3 Racing) e Sandro Cortese (Dynavolt Intact GP) sono protagonisti di una caduta subito dopo il via e devono abbandonare la corsa

Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 8886 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.