Moto3, pole: c’è ancora Rodrigo

Gabriel Rodrigo davanti a tutti nelle qualifiche del GP d’Austria e con Juanfran Guevara, il collega di team RBA Racing, detta il passo nel pomeriggio in Stiria.




Le condizioni metereologiche sono leggermente peggiorate rispetto alla mattinata di libere e il cielo adesso è coperto da qualche nuvola. La lotta per la pole sarà comunque di fuoco e senza esclusione di colpi.

Rodrigo ha chiuso al terzo posto la FP3; ancora una bella prestazione per il numero 19 e la pole, arrivata in una volata finale, è la seconda consecutiva dopo Brno. Bene anche il compagno di box Juanfran Guevara, autore del secondo tempo e ancora una volta in prima fila dopo la Repubblica Ceca. Tra i due, 0,112s.

Joan Mir (Leopard Racing), leader della classifica e davanti nelle libere, subisce una penalità: dopo delle qualifiche maiuscole ed è costretto alla decima casella del via.

A chiudere la prima fila, Aron Canet (Estrella Galicia 0,0). La terza forza del campionato, potrà iniziare la sua corsa al progresso in classifica generale senza nessun pilota davanti allo spegnersi del semaforo. Lo spagnolo paga un ritardo di 0,187s dal tempo di riferimento.

A fine FP3 il migliore è stato Enea Bastianini. Il riminese del team Estrella Galicia 0,0 si conferma l’italiano più in palla del sabato austriaco dopo essere stato protagonista di una grande crescita tra le curve del Red Bull Ring coincisa con l’annuncio del passaggio a Leopard Racing per il 2018. Nelle libere però ha subito una penalizzazione per aver oltrepassato il limite esterno della pista. Ora è in cerca di riscatto e, dopo l’ultima uscita dai box, mette a referto il quarto miglior tempo e aprirà la seconda fila al via.

Quinto crono per John McPhee (British Talent Team), sesto per Bo Bendsneyder(Red Bull KTM Ajo) e settimo per Andrea Migno (Sky Racing Team VR46) mentre Nicolò Buelga, il compagno di squadra, è sedicesimo.

Romano Fenati, dopo le libere nelle quali è stato poco incisivo, fa da subito bene nella sessione pomeridiana. Nell’attacco alla pole perde il passo e mette referto l’undicesimo tempo. Per il secondo della categoria è una quarta allo spegnersi del semaforo.

Ad impressionare è la prestazione di Jorge Martin, uomo pole della stagione e reduce da un recente infortunio alla gamba che ha impedito di fare delle sessioni al cento per cento. Il portacolori Del Conca Gresini mette a referto il quarto tempo provvisorio a metà della sessione e chiude come tredicesimo.

Fa meglio Fabio Di Giannantonio, il collega di team, autore del nono tempo e che partirà vicino alla testa dello schieramento in chiusura della terza fila. Acceso è il battibecco a sessione conclusa con Fenati, tra reciproche accuse di essersi ostacolati nell’attacco alla pole.

Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 8886 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.