Etruria in vela riparte dai piccoli velisti

Vento moderato e sole splendente, parte così la prima tappa del trofeo Etruria in Vela.
Un lancio di palloncini bianchi in ricordo di “Beatrice” da inizio alle prime competizioni dell’edizione di quest’anno presso l’Associazione Nautica Campo di Mare che, con la solita disponibilità ed entusiasmo, ha ospitato la competizione di questo weekend.




Grazie anche alla Protezione Civile che ha seguito con un gommone  tutto l’evento garantendo la sicurezza nell’area di regata, il trofeo ha visto sfidarsi velisti di ogni età, ragazzi usciti dalle scuole vela dell’Etruria e appassionati di questo sport ma anche giovanissimi che con entusiasmo hanno voluto cimentarsi nella loro prima esperienza regatando insieme ai più esperti e diventando cosi protagonisti della competizione.

“L’associazione Nautica è un punto fondamentale per le attività veliche del nostro comprensorio e un importante luogo di aggregazione giovanile” ci tiene a sottolineare Giorgio Peresempio uno degli organizzatori.

Nato per la promozione dello “sport sociale”, in questa sua 5^ edizione il trofeo oltre ad aver articolato le giornate di regata in più manches, che consentiranno partecipanti di effettuare più partenze e più giri di boa aumentando agonismo e divertimento, ha dato il via ufficialmente, dopo la prova dello scorso anno, alle competizioni dei regatanti più piccoli nella classe optimist.

“Questi bambini escono dalle scuole vela del territorio e questo ci rende orgogliosi,  da quest’anno saranno loro il fiore all’occhiello di Etruria in Vela.” ha commentato Marco Gregori, uno degli organizzatori di Etruria in Vela.

sono infatti 10 i piccoli velisti che si sono dati battaglia per decretarsi il miglior piazzamento.

“è una manifestazione importante non solo dal punto di  vista sportivo ma anche sociale” ha dichiarato Federica Battafarano, Assessore alle politiche Culturali e Sportive di Cerveteri riferendosi a “La Veleggiata in Bianco” del 12 agosto, prossimo appuntamento in programma che sarà dedicato alla solidarietà.

Durante la giornata, vestiti di bianco, si navigherà da Campo di Mare a Palidoro con l’obiettivo di raccogliere fondi da donare alla Casa Ronald di Palidoro della Fondazione per l’infanzia Ronald McDonald, che attraverso le case e le Family Room Ronald McDonald, situate nei pressi o all’interno dei reparti pediatrici in ospedali d’eccellenza, ospita le famiglie dei bambini in lunga degenza permettendo loro un risparmio sui costi di alloggio, ma soprattutto aiuta i bambini a ritrovare l’ambiente familiare e il comfort di casa.

Domenica 13 agosto invece il trofeo continuerà con la tappa presso il Club il Castello a Marina di San Nicola con il “Memorial Branchini Anella”,  ultima tappa, sempre a Marina di San Nicola, con il “Memorial Ugo Placidi” presso l’Associazione Velica San Nicola.

Non resta che fare rotta verso il prossimo appuntamento…