Continuano i controlli dei Carabinieri nel Cassinate

Proseguono i servizi di prevenzione e controllo del territorio attuati dal Comando Compagnia di Cassino, sotto il coordinamento del Comando Provinciale di Frosinone, per il contrasto dei reati in genere ed in particolare dello spaccio di sostanze stupefacenti. All’uopo, sono stati incrementati i servizi di vigilanza e disposti “posti di controllo” sia nei centri abitati, sia nelle zone periferiche della giurisdizione, nonché nei luoghi della movida maggiormente frequentati dai giovani, al fine di prevenire  e reprimere l’abuso di bevande alcoliche e l’assunzione di sostanze stupefacenti.




L’attività ha permesso di conseguire i seguenti risultati:

A Cassino:

  • venivano deferiti in stato di libertà, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, tre persone, residenti nel cassinate e già censite per analogo reato, poiché in concorso tra loro detenevano illegalmente grammi 12 di sostanza stupefacente del tipo cocaina, che avevano nascosto in un casolare abbandonato della zona;
  • venivano deferiti in stato di libertà quattro campani, già allontanati con F.V.O. da vari comuni italiani, poiché inadempienti al divieto di far ritorno nel comune di Cassino per anni 3. Gli stessi venivano controllati mentre si aggiravano con atteggiamento sospetto nei pressi di autovetture in sosta ed attività commerciali del centro.
  • veniva segnalato alla Prefettura di Frosinone, quale assuntore di sostanze stupefacenti, un 33enne del luogo, il quale alla vista dei militari operanti, repentinamente ingoiava una dose di sostanza stupefacente del tipo cocaina, di cui lo stesso dichiarava esserne assuntore.

Ad Atina:

  • veniva deferito in stato di libertà per il reato di truffa, un 54enne di Villa Literno (CE), già censito per analogo reato, per violazione di sigilli e falsità in scritture private, poiché, fingendosi un lontano parente di una 44enne di Casalvieri, si faceva versare la somma di euro 600 su una carta prepagata promettendo alla donna la consegna, mai avvenuta, di due autovetture;
  • veniva proposto per l’irrogazione del Foglio di Via Obbligatorio, un 58enne di Castel Volturno (CE), già allontanato con F.V.O. da vari comuni italiani  e censito per i reati di truffa, uso di atto falso, ricettazione ed altro, poiché controllato mentre si aggirava in atteggiamento sospetto nei pressi delle abitazioni del centro storico del paese.

Venivano inoltre:

  • controllati 17 soggetti sottoposti agli arresti domiciliari;
  • identificate 97 persone;
  • controllati 86 veicoli;
  • elevate 14 contravvenzioni al C.d.S.;
  • eseguite 9 perquisizioni personali, veicolari e locali.

 

Informazioni su Samantha Lombardi 4730 Articoli
Samantha Lombardi è un archeologa, laureata in Archeologia e Storia dell'Arte del Mondo Antico e dell'Oriente. Cura un sito che parla del patrimonio artistico (www.ilpatrimonioartistico.it), collabora con l'Ass. Cul. Il Consiglio Archeologico ed è addetta stampa dell'Ass. di Rievocazione Storica CVLTVS DEORVM. Dal maggio del 2014 collabora con Il tabloid.it