Mercoledì 2 agosto a Villa Guariglia La Bottega della Ribalta porta in scena Napoli tra arte e guerra

Ultimo appuntamento con il teatro a Villa Guariglia, nell’ambito del cartellone estivo “Vietri in Scena”, organizzato dal comune di Vietri sul Mare, in sinergia con le associazioni Congrega Letteraria, Ceo, Associazione Ristoratori e Proloco di Vietri sul Mare; mediapartner il magazine Puracultura. Mercoledì 2 agosto andrà in scena – sullo splendido terrazzo della storica dimora – Napoli tra arte e guerra, con la compagnia “La Bottega della Ribalta”, adattamento e regia Luigi Sinacori; interpreti: Federico Santucci, Francesca Cretella Gianluca Pisapia, Licia Castellano Luigi Sinacori, Maria Fiungo Mariano Mastuccino; musiche: No-easy Tastes di Andrea Cammarano, Emanuel Abate, Lorenzo Cammarano, Mariano Granata. L’Associazione Arcoscenico ambienta la pièce durante la Seconda Guerra Mondiale, che colpisce Napoli al cuore ma la città, benché provata, sa anche combattere, resistere e venir fuori dal buio del conflitto, raccontandolo – prima, durante e dopo – senza perdere la propria identità, anche grazie alla voce di uno dei suoi più orgogliosi figli: Eduardo De Filippo. Napoli tra arte e guerra è una narrazione in tre quadri che punta lo sguardo a tempi lontani, per conoscere e affrontare anche i nostri giorni di precarietà. Un primo quadro sulla guerra, fissa le gesta di improbabili eroi ‘quattrogiornatisti’ e sottolinea le angherie che i napoletani furono costretti a subire; un secondo quadro è sulla miseria, scritto dal poeta Salvatore Di Giacomo, che immagina cosa accadrebbe se Dio in persona scendesse sulla terra e vedesse la povertà e la fame ai vicoli delle strade; un terzo quadro punta sull’arte, e ricostruisce con tono agrodolce vizi, virtù e pettegolezzi della Napoli attrice e spettatrice di quegli anni, vista con gli occhi di Eduardo De Filippo.




Inizio spettacoli ore 21, ingresso gratuito.

Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 8862 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.