Recupero fondi regionali per il dissesto idrogeologico di Ostia

dissesto idrogeologico ostia

Durante il Question Time del 26 luglio, è intervenuta la consigliera Denicolò sul dissesto idrogeologico Ostia.
Dopo l’alluvione Ostia Antica non è ancora in sicurezza idrogeologica.
Tra le zone colpite dagli allagamenti Ostia fu oggetto nel 2014 delle richeiste di aiuto dell’ex presidente Tassone.
A causa dell’allagamento Infernetto fu scenario del tragico epilogo che causò la morte di Sarang Perera.
Per il dissesto idrogeologico Roma ottenne diversi milioni di euro e che apparentemente non sono stati ancora utilizzati per la messa in sicurezza e, da quanto si apprende dal consigliere regionale Refrigeri, i soldi saranno disponibili già dalle prossime settimane.

“In risposta al Question Time della Consigliera Regionale Silvana Denicolò” – dichiara il capogruppo del M5S Paolo Ferrara – “con cui si chiedevano chiarimenti sullo stato dei fondi per il dissesto idrogeologico finanziati a partire dal 2003 per interventi mai realizzati nel Municipio X, l’Assessore della Regione Lazio Fabio Refrigeri ha sostenuto che tali risorse sono state ora, recuperate e iscritte in apposito capitolo di bilancio in modo da renderle disponibili già dalle prossime settimane.

L’azione di continua vigilanza sul tema del dissesto idrogeologico del territorio del Municipio X da parte del M5S, ha portato la Regione a impegnarsi nel recupero dei fondi. Il Gruppo Regionale del Movimento Cinque Stelle, ma anche il gruppo Capitolino, continuerà la sua azione di controllo affinché quanto sostenuto dall’assessore regionale si attui il prima possibile, considerato il ritardo di 10 anni su tali investimenti.

Gli Interventi su cui è stata chiesta chiarezza nel Question Time regionale sono i seguenti:

  • La ricalibratura e inversione di pendenza del Canale Ostiense con collegamento all’impianto idrovoro di Nuovo Bagnolo;
  • la sistemazione idraulica del canale influente e del canale Palocco con finanziamento del 2006;
  • l’intervento di ricalibratura della rete scolante consortile canale Bagnolo e della relativa vasca di pompaggio con finanziamento del 2005.

Come ho detto, tutti interventi mai realizzati.

Con il Piano di Assetto Idrogeologico si è certificato il rischio idraulico del Municipio X e serve che le risorse stanziate per la realizzazione delle opere di messa in sicurezza, vengano spese, soprattutto se sono state finanziate da un decennio.

Sappiamo che la ricalibratura e l’inversione di pendenza del Canale Ostiense con collegamento all’impianto idrovoro di Nuovo Bagnolo è un’opera fondamentale per alleggerire il carico sulle idrovore di Ostia Antica, calibrando meglio l’intero sistema di sollevamento dell’entroterra del Municipio X. Si tratta di un intervento con un costo di un milione e mezzo, che incide molto sul territorio.

Chiaramente si vigilerà affinché tutto venga realizzato in tempo e correttamente.

Intanto a questo si aggiunge anche la richiesta fatta da Roma Capitale sui fondi POR Regionali sul dissesto e il lavoro per l’individuazione di ulteriori risorse da impegnare per questa finalità.

Voglio ringraziare i consiglieri regionali del MoVimento per quanto stanno facendo insieme anche alla delegata della sindaca Giuliana Di Pillo, ottimo lavoro del tavolo Ambiente del X Municipio”.

I video del giorno

Informazioni su Emanuele Bompadre 10474 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.