“Non vogliamo gay e animali”

È un argomento spinoso? Certamente si! La questione è sottile e ha bisogno senza dubbio di una analisi. È troppo semplice puntare il dito e nascondersi dietro le parole omofobia e xenofobia, che tra l’altro negli ultimi tempi è tornata ad essere molto di moda, il punto sta se una casa vacanze aperta al pubblico e quindi attività commerciale possa o non possa evitare prenotazioni “di categoria”.

Sottolineiamo la parola “categoria” proprio perché ci domandiamo cosa sarebbe successo se, per caso nella risposta dell’albergatore ci fosse stato scritto “no motociclisti e casalinghe”, avrebbe fatto lo stesso scalpore? E inoltre per legge è possibile farlo? Un’ attività commerciale può in qualche modo mettere questo tipo di paletti? La risposta è NO proprio per la legge sulla discriminazione.

Diverso fosse stata una casa privata, dove  ognuno è libero di pensarla, bene o male, come vuole e quindi se uno non vuole questo o quello non si può sindacare, “in casa mia entra chi dico io” (lo slogan) non è forse pieno di annunci in cui si affitta casa e non si vogliono le famiglie o gli studenti? Quante volte avete sentito la frase “se ci metto dentro una famiglia con i figli e poi quando se ne vanno”.

La discriminazione non è un fatto oggettivo a senso unico, discriminare non ha confini ne tanto meno limiti, nessuno però si è chiesto quanto questa notizia è stata usata dai media perché “fa notizia”. Un grande network avrebbe usato la stessa copertura se l’albergatore non avesse accettato persone senza la laurea?

Sarebbe il caso magari di fare un test sul nostro grado di discriminazione prima di scandalizzarci, siamo veramente aperti a tutti? Siete aperti alla famiglia islamica con le loro tradizioni? Le famiglie indiane con i loro cibi speziati? Gli studenti stranieri che vengono per l’Erasmus? Alla coppia piena di tatuaggi e piercing? Ai diversamente abili?

Potremmo andare avanti per almeno altre 10 righe ma il fatto è e rimane che spesso si cavalca solo l’onda e ci si dimentica che solo quando tutti e dico tutti saranno sullo stesso livello allora si potrà parlare di civiltà.

Chiudiamo con il video del nostro collaboratore e amico Cesare Deserto durante la trasmissione “Una porta sempre aperta” di martedì scorso che spiega in poche parole quello che pensiamo.

[su_youtube_advanced url=”https://www.youtube.com/watch?v=83bGMKQShe0″]

Fonte foto: lezpop.it

I video del giorno

Informazioni su Emanuele Bompadre 10443 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.