Refezione scolastica, Napoli: in commissione approfondito il nuovo bando

Approfondito in commissione Trasparenza, presieduta da Mimmo Palmieri, la nuova gara per l’affidamento dell’appalto relativo al servizio di refezione scolastica per il prossimo anno. Sono intervenuti il Segretario Generale Francesco Maida, e i rappresentanti delle dieci Municipalità e dei servizi competenti.

L’incontro di oggi, ha spiegato in avvio di seduta il presidente, nasce da una richiesta della consigliera Francesca Menna (Movimento 5 Stelle) – impossibilitata ad intervenire e rappresentata dal consigliere Brambilla – per chiarire alcuni aspetti del servizio di refezione scolastica nelle dieci Municipalità. In particolare, Palmieri ha evidenziato la necessità di capire, alla luce delle criticità che si sono registrate nell’anno scolastico appena concluso, quali sono gli elementi migliorativi e le misure correttive da adottare per evitare disservizi in caso di risoluzione del contratto, per inadempienza, con le ditte affidatarie.
Giuseppina Silvi, direttrice della Municipalità Vomero – Arenella, ha quindi illustrato il bando attualmente in corso per l’erogazione del servizio per il prossimo anno scolastico. Una procedura di gara, ha spiegato, che vede il ritorno alla regola che impone ad ogni ditta la possibilità di aggiudicarsi un unico lotto, pur potendo concorrere per tutti i dieci lotti messi a gara. Un principio che, come già avveniva in passato, garantisce la qualità dei concorrenti e che, in caso di risoluzione dell’affidamento per un lotto, comporta la riassegnazione di quell’unico lotto, sempre nel rispetto delle prescrizioni del capitolato e della stessa normativa sugli appalti. Sul servizio di refezione in generale, Silvi ha ribadito gli standard qualitativi attuali sono molto alti, ricordando che le criticità registrate sono minime rispetto al volume di pasti serviti, e che tutte le attività di controllo vengono svolte in piena sinergia con l’ASL. Sui tempi per assicurare l’erogazione del servizio, rispetto ad alcune perplessità espresse dalla Vicepresidente della I Municipalità Giovanna Mazzone, Silvi ha prospettato l’avvio della refezione per la seconda o terza settimana di ottobre.
La gara in corso, inoltre, è stata indetta – con le dovute motivazioni connesse all’urgenza di assicurare il servizio col nuovo anno scolastico – secondo la procedura a termini abbreviati: come ha spiegato la funzionaria del Cuag Annalisa Cecaro, rispetto ai canonici trentacinque giorni previsti dalla norma, il bando attuale avrà una durata di 18 giorni, con scadenza fissata al 28 luglio e primo giorno di seduta di gara al 31 luglio.
Per i casi di risoluzione dell’affidamento di un lotto per inadempienza, Andrea Santoro (Misto – Fratelli d’Italia) ha chiesto chiarimenti sulla possibilità di riassegnare quel lotto per scorrimento alle ditte non assegnatarie, in modo da snellire i tempi e le procedure. Silvi ha spiegato che sul tema, in base alla norma, non sono previsti automatismi, e ha ricordato che in caso di gara aperta, una delle possibilità previste dalla legge può essere solo una procedura negoziata opportunamente motivata. Su questo punto il segretario generale Francesco Maida ha evidenziato che nelle circostanze che impongono immediatezza di intervento si possono valutare formule di accompagnamento, come affidamenti temporanei a sessanta giorni, supportate dal monitoraggio di un organismo tecnico, che consentano la continuità nell’erogazione del servizio, sempre nel rispetto delle norme e del principio di trasparenza.
Sono intervenuti inoltre Mario Coppeto (Napoli in Comune a Sinistra) che ha evidenziato che lo schema di gara attuale favorisce la fidelizzazione tra territorio e impresa, e ha richiamato la centralità della politica per il rilanciare – anche alla luce di una recente sentenza del Tribunale di Napoli – un discorso di valorizzazione della cultura della refezione scolastica come momento educativo insostituibile e di servizio sociale. Matteo Brambilla (Movimento 5 Stelle) ha chiesto chiarimenti sulle schede di monitoraggio, sulle procedure di informazione sul sito istituzionale del Comune, sulle attività delle Commissioni Mensa di Istituto, sulla tracciabilità dei cibi, sugli esiti di una mozione approvata in Consiglio Comunale per una maggiore rappresentanza dei genitori nella Commissione Centrale Mensa. Perplessità sono state invece espresse da Vincenzo Moretto (Prima Napoli) sulla effettiva qualità del servizio offerto nelle scuole, dove si registrano ancora troppe irregolarità nella qualità e nel trasporto del cibo e nelle procedure di controllo.
Necessario, ha concluso il presidente Palmieri, riconvocare la commissione dopo la pausa estiva per continuare il confronto e la discussione sui temi emersi oggi, anche attraverso la programmazione di una serie di iniziative di coinvolgimento delle famiglie sul tema della salute pubblica.

I video del giorno

Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 9676 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.