Mental Coach Rom, il mestiere del futuro secondo il Campidoglio

Mental Coach Rom – Che le figure lavorative cambino e si modifichino di pari passo con l’evolversi della società lo sapevano ormai da tempo. La figura che però si prospetta nel futuro prossimo nella capitale potrebbe aprire le porte ad un nuovo fruttuoso impiego.




A dire la verità pensavamo ad un enorme notizia fake ma abbiamo poi scoperto che di fake non si trattava ma di una reale proposta presente nel capitolato di gara del piano rom della giunta Raggi. Parliamo di mental coach, una via di mezzo tra lo psicologo e il motivatore, che va molto di moda tra attori e sportivi che si avvalgono della consulenza di esperti per prepararsi non solo fisicamente ma anche psicologicamente.

Il compito del mental coach per i rom sarà quello di “convincerlo” ad integrarsi nel mondo del lavoro, dando consulenze anche dal punto di vista imprenditoriale il tutto con un costo per le casse del comune che si aggira, come si legge sul quotidiano Il Messaggero, sui 3,8 milioni di euro.

La domanda da fare in realtà è quanto i rom vogliano integrarsi. Nell’indagine svolta sempre dal quotidiano romano sulle baby rom troviamo assurdo che ragazzine che vanno dai 12 ai 15 anni tutte le mattine partano da Castel Romano per andare a derubare turisti e persone anziane nelle stazioni romane con la polizia che ha di fatto le mani legate e centri di accoglienza che non riescono a trattenerle per più di venti minuti.

Il tutto condito dalla “strafottenza” delle ragazzine che si vantano di essere state fermate, 10, 16, e addirittura 50 volte. Nessuna ha i documenti, nessuna che dice le proprie generalità ne tanto meno quelle dei genitori e le forze dell’ordine costrette come dice la prassi, quasi grottesca, di chiamare il magistrato che le affida al sindaco, che le affida ai servizi sociali del Campidoglio, che le affidano al centro di accoglienza… nemmeno il miglior Branduardi nella Fiera dell’Est avrebbe fatto di meglio!

 

Informazioni su Emanuele Bompadre 10270 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.