Masterplan Parco Matusa approvato dalla Giunta di Frosinone

La giunta Ottaviani, nella seduta tenutasi mercoledì scorso, ha approvato il masterplan e, dunque, il progetto definitivo, relativo al parco urbano del Matusa.

L’opera sarà realizzata procedendo per lotti funzionali dopo che, nel corso delle ultime settimane, secondo il cronoprogramma fissato, sono state portate a termine le demolizioni delle vecchie tribune, ad eccezione della centrale che sarà trasformata in un anfiteatro al coperto, ove ospitare eventi e manifestazioni per la collettività.

Il primo lotto funzionale approvato, oltre alla messa in sicurezza dell’intera area, prevede la realizzazione di una piazza porticato di ingresso, nella zona retrostante l’ex curva nord mentre, contestualmente, sarà definito il primo percorso pedonale che si snoderà per circa 400 metri lineari, attorno a quello che, per oltre mezzo secolo, è stato il rettangolo di gioco del Matusa.

Per il primo step, dunque, è stato stanziato l’importo di circa 460.000 euro, generato dagli oneri concessori prodotti e risparmiati nel corso dell’esercizio finanziario 2015-2016. Per il prossimo mese di ottobre, è prevista la prima fruibilità dell’area da parte delle famiglie, dei giovani, degli anziani e di quanti vorranno trascorrere alcune ore nella nuova grande area attrezzata, che rappresenterà e costituirà uno dei parchi pubblici più grandi dell’Italia centrale.

Stiamo rispettando puntualmente gli impegni presi con la cittadinanza – ha commentato il sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani – perché riteniamo che, dopo la realizzazione dell’opera monumentale del nuovo stadio Benito Stirpe nel quartiere Casaleno, fosse necessario rigenerare e riqualificare un grande spazio urbano verde, posto al centro della città, rievocando i fasti e la tradizione del mitico Matusa”.

I video del giorno

Informazioni su Samantha Lombardi 4788 Articoli
Samantha Lombardi è un archeologa, laureata in Archeologia e Storia dell'Arte del Mondo Antico e dell'Oriente. Cura un sito che parla del patrimonio artistico (www.ilpatrimonioartistico.it), collabora con l'Ass. Cul. Il Consiglio Archeologico ed è addetta stampa dell'Ass. di Rievocazione Storica CVLTVS DEORVM. Dal maggio del 2014 collabora con Il tabloid.it