Teatro Eliseo, presentata la III° Stagione

L’Eliseo si prepara alla sua terza stagione. Dopo mesi di difficoltà per l’incertezza della sorte che ci attendeva, e dopo aver lanciato un disperato grido d’allarme, siamo convinti che a trionfare sarà la cultura e tutti coloro che credono che sia la maggiore ricchezza del nostro Paese.

Mi piace pensare che un giorno non lontano, aprendo una cartina di Roma, troverò sulla mappa un puntino rosso: voi siete qui! E guardando la porzione di città compresa tra Piazza Esedra e Piazza di Spagna, mi piacerebbe trovare un ideale percorso culturale che unisca Santa Maria degli Angeli, il Teatro Eliseo, Palazzo delle Esposizioni, le Scuderie del Quirinale, il Teatro dell’Opera, il Teatro Argentina, il Teatro Valle (ristrutturato e riaperto) e giù verso Fontana di Trevi fino al Teatro Sistina, alla Sala Umberto e così via fino al MAXXI e all’Auditorium Parco della Musica.

Roma è uno splendido museo a cielo aperto e merita di poter vedere realizzato un progetto strutturato, intelligente, multidisciplinare in grado di creare sinergie tra teatri, gallerie d’arte, complessi monumentali, sale cinematografiche e concertistiche; esempio virtuoso per ridare alla capitale il suo ruolo di laboratorio alchemico, officina di creatività per il futuro.

L’esperienza Eliseo deve superare il suo valore legato al singolo e diventare stimolo per altre meritevoli realtà. È questo il mio nuovo punto di partenza. È fondamentale riportare il teatro italiano al centro dell’agenda politica del nostro paese per rendere la cultura un punto fermo, uno strumento evolutivo e di restituzione delle emozioni che solo l’atto creativo dal vivo può regalare.

L’Eliseo e il Piccolo Eliseo proseguono nel cammino già intrapreso con crescente determinazione, rinnovando il gioco del teatro, specchio di identità, di storie comuni e fuori dal normale, di personaggi battaglieri e docili anime. La nuova stagione perlustra i classici, le grandi opere letterarie con la statura di interpreti illustri e va alla ricerca del nostro presente percorrendo le emozioni della nuova drammaturgia italiana e straniera, cercando negli autori contemporanei la stessa catarsi dei grandi classici.

Anche quest’anno largo ai giovani! Grazie a proficue collaborazioni con partner importanti, l’Eliseo continuerà ad essere quella piattaforma di divulgazione di contenuti, condivisione emotiva e agorà.

Luca Barbareschi

I video del giorno