Anagni, obbligo di defibrillatori per le associazioni e società sportive dilettantistiche

L’amministrazione comunale di Anagni (assessorato allo Sport) invita tutti gli interessati a mettersi in regola vista l’importanza delle disposizioni e ricorda che il decreto 26 giugno 2017 dei Ministeri alla salute e allo sport stabilisce: ogni impianto sportivo deve essere dotato di un defibrillatore semiautomatico o a tecnologia più avanzata; nel corso delle gare deve essere presente una persona formata all’utilizzo del dispositivo salvavita; gli obblighi gravano in capo a tutte le società o associazioni sportive dilettantistiche che praticano una delle 396 discipline sportive riconosciute dal Coni.




Sono escluse dall’obbligo di dotazione del defibrillatore e dalla presenza obbligatoria del personale formato durante le gare le società o associazioni sportive dilettantistiche che praticano la propria attività al di fuori di un impianto sportivo; sono escluse dagli obblighi le società o associazioni sportive dilettantistiche che praticano sport a ridotto impegno cardiocircolatorio (a titolo esemplificativo: bowling, bocce, dama e freccette, tanto per citarne alcuni).

Dotarsi di un defibrillatore – evidenzia l’assessore comunale allo sport Alessandra Cecilia – vuol dire salvare la vita di un atleta ed è quindi vitale attuare il decreto“.

Informazioni su Samantha Lombardi 4730 Articoli
Samantha Lombardi è un archeologa, laureata in Archeologia e Storia dell'Arte del Mondo Antico e dell'Oriente. Cura un sito che parla del patrimonio artistico (www.ilpatrimonioartistico.it), collabora con l'Ass. Cul. Il Consiglio Archeologico ed è addetta stampa dell'Ass. di Rievocazione Storica CVLTVS DEORVM. Dal maggio del 2014 collabora con Il tabloid.it