Dissesto idrogeologico Infernetto, chiesto accesso ai fondi europei

Dissesto idrogeologico Infernetto. Richiesti dal municipio fondi europei per mettere in sicurezza dal rischio alluvioni il canale Palocco.
Dopo gli allagamenti Ostia deve ricorrere a finanziamenti per la messa in sicurezza di tutto il territorio per evitare nuovi disastri.
Un’azione di contrasto che riuscirà a risolvere il dissesto idrogeologico Roma dovrà essere protagonista di questo persorso.
In passato il M5S aveva chiesto chiarimenti sui lavori in via dei Romagnoli riguardante i lavori per l’ampliamento del canale, per risolvere il problema del dissesto idrogeologico.

“La messa in sicurezza idraulica dell’influente M del canale Palocco in località Infernetto, la ricalibratura e inversione di pendenza del canale Ostiense e la sistemazione idraulica dei canali Bagnolo e Pantano. Sono questi alcuni degli interventi che Roma Capitale intende realizzare mediante i fondi europei del POR – FESR 2014/2010 contro il dissesto idrogeologico per il Lazio, per i quali ha avanzato specifica richiesta di accesso alla Regione.

L’attuale Amministrazione capitolina, peraltro, ha già focalizzato la propria attenzione sulla necessità di mitigare il rischio idraulico che insiste sul territorio, mediante studi di settore e interventi di vario genere attuati, in particolar modo, nel Municipio X. Tra gli interventi da espletare con l’accesso ai fondi comunitari, figurano anche la ricalibratura della rete scolante consortile (II stralcio del canale Dragoncello) e l’adeguamento idraulico dei fossi Pietra Pertusa e Monte Oliviero.

L’azione di contrasto al rischio idrogeologico è e continuerà a rappresentare una delle priorità nei programmi di questa Amministrazione”.

Lo dichiarano, in una nota congiunta, il consigliere M5S Nello Angelucci e la delegata della Sindaca per il X Municipio Giuliana Di Pillo (M5S).

I video del giorno