Vodafone, governo sospenda i trasferimenti. Da azienda comportamenti ritorsivi

«Sul trasferimento discriminatorio di decine e decine di lavoratrici e lavoratori Vodafone, la risposta data oggi dal Ministero del Lavoro alla nostra interrogazione conferma ancora una volta l’inadempienza del Governo verso le necessarie funzioni da esercitare per garantire o almeno promuovere il rispetto dei diritti fondamentali delle persone che lavorano. A Vodafone, per esplicita ammissione dell’azienda, vengono trasferiti da Ivrea a Milano e da Roma a una ancora indeterminata citta’ del centro-sud, senza alcuna necessità organizzativa, i lavoratori “colpevoli” di essere stati reintegrati da una sentenza del Tribunale. Tra essi, anche delegati sindacali. A seguito di esposto dei lavoratori coinvolti alla Procura della Repubblica di Roma, il Governo ha burocraticamente inviato gli ispettori del lavoro a verificare quanto denunciato. E’ una reazione insufficiente, grave e preoccupante. Ci saremmo aspettati, di fronte a tale palese comportamento ritorsivo, un atto ministeriale per sospendere i trasferimenti in attesa della conclusione delle verifiche degli ispettori. Invece, nulla. Insisteremo nelle prossime settimane con interrogazioni al Governo per conoscere, passo dopo passo, i risultati delle verifiche ispettive. Intanto, diventa insopportabile leggere sul sito aziendale la propaganda Vodafone sulla sua cultura anti-discriminatoria e per le pari opportunità» Lo affermano Stefano Fassina e Giorgio Airaudodi Sinistra Italiana-Possibile.

I video del giorno

Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 9325 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.