La coppia Kawasaki punta alla vittoria a Laguna

L’ottavo round del MOTUL FIM Superbike World Championship 2017 questo fine settimana a Laguna Seca vedrà i portacolori del Kawasaki Racing Team, Jonathan Rea e Tom Sykes, alla conquista di vittorie su una pista che entrambi conosco molto bene.
L’anno scorso Rea e Sykes si erano divisi le vittorie delle due gare sugli oltre tre chilometri di pista caretterizzati dalla curva chiamata “cavatappi”. Rea aveva firmato il successo in Gara1 nella giornata del sabato e Sykes in Gara2 la domenica.
Finora nel 2017 Rea ha ottenuto l’ottava vittoria stagionale e arriva al GEICO US Round dominando il campionato con 50 punti di vantaggio su Sykes.
“Non vedo l’ora di correre a Laguna Seca questo fine settimana, è uno dei più belli del mondo e mi diverto molto qui”, ha dichiarato Rea. “La nostra Ninja ZX-10RR ha lavorato molto bene finora e sono fiducioso di poter avere qui un buon feeling quando scenderemo in pista per le FP1 del venerdì. L’anno scorso ho vinto la prima gara a Laguna e questa volta l’obiettivo è rifarlo in entrambe le gare. I tifosi americani sono molto appassionati del WorldSBK e l’atmosfera nel paddock è qualcosa che mi piace molto”:
“Siamo ormai oltre la metà della stagione e mi concentro su queste prossime gare. Vorrei essere il più forte possibile e iniziare la pausa estiva soddisfatto del lavoro svolto finora”.
Sykes, invece, ha vinto tre gare delle sue 33 nel WorldSBK a Laguna – una di queste nel 2013, quando ha poi vinto il titolo di campione del mondo. Le altre due risalgono al 2014 e al 2016.
L’inglese ha commentato: “Il circuito di Laguna Seca è piuttosto stretto e tortuoso e i tempi sul giro sono sempre molto vicini. Ho ottenuto dei buoni risultati e ricordo di aver vinto la prima gara il primo anno in cui ho corso lì. Mi ha sorpreso questo perché vinsi contro piloti che erano già stati su questa pista, che avevano corso in MotoGP o nel campionato Americano. Ricordo che ero orgoglioso di questo perché pensavo che sarebbe stato difficile correre lì per la prima volta”.
“Stiamo facendo progressi e vorrei continuare a migliorare e conquistare un buon bottino di punti. Questo deve essere l’obiettivo di questo fine settimana. I tifosi americani sono fantastici e mi piace l’atmosfera e l’ambiente. Adoro il posto!”

L’ottavo round del MOTUL FIM Superbike World Championship 2017 questo fine settimana a Laguna Seca vedrà i portacolori del Kawasaki Racing Team, Jonathan Rea e Tom Sykes, alla conquista di vittorie su una pista che entrambi conosco molto bene.   L’anno scorso Rea e Sykes si erano divisi le vittorie delle due gare sugli oltre tre chilometri di pista caretterizzati dalla curva chiamata “cavatappi”. Rea aveva firmato il successo in Gara1 nella giornata del sabato e Sykes in Gara2 la domenica.   Finora nel 2017 Rea ha ottenuto l’ottava vittoria stagionale e arriva al GEICO US Round dominando il campionato con 50 punti di vantaggio su Sykes.   “Non vedo l’ora di correre a Laguna Seca questo fine settimana, è uno dei più belli del mondo e mi diverto molto qui”, ha dichiarato Rea. “La nostra Ninja ZX-10RR ha lavorato molto bene finora e sono fiducioso di poter avere qui un buon feeling quando scenderemo in pista per le FP1 del venerdì. L’anno scorso ho vinto la prima gara a Laguna e questa volta l’obiettivo è rifarlo in entrambe le gare. I tifosi americani sono molto appassionati del WorldSBK e l’atmosfera nel paddock è qualcosa che mi piace molto”:   “Siamo ormai oltre la metà della stagione e mi concentro su queste prossime gare. Vorrei essere il più forte possibile e iniziare la pausa estiva soddisfatto del lavoro svolto finora”.   Sykes, invece, ha vinto tre gare delle sue 33 nel WorldSBK a Laguna – una di queste nel 2013, quando ha poi vinto il titolo di campione del mondo. Le altre due risalgono al 2014 e al 2016.   L’inglese ha commentato: “Il circuito di Laguna Seca è piuttosto stretto e tortuoso e i tempi sul giro sono sempre molto vicini. Ho ottenuto dei buoni risultati e ricordo di aver vinto la prima gara il primo anno in cui ho corso lì. Mi ha sorpreso questo perché vinsi contro piloti che erano già stati su questa pista, che avevano corso in MotoGP o nel campionato Americano. Ricordo che ero orgoglioso di questo perché pensavo che sarebbe stato difficile correre lì per la prima volta”.   “Stiamo facendo progressi e vorrei continuare a migliorare e conquistare un buon bottino di punti. Questo deve essere l’obiettivo di questo fine settimana. I tifosi americani sono fantastici e mi piace l’atmosfera e l’ambiente. Adoro il posto!”

Fonte: worldsbk.com

I video del giorno

Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 9325 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.