Centro storico, Pelonzi, PD: ”Venditori ambulanti braccano turisti ma per Meloni il contrasto degli abusivi è già  un risultato del primo anno”

WCENTER 0TNHBHQMBI PAOLO CAPRIOLI AG. TOIATI Venditori ambulanti. Nella foto: Ponte Sant'Angelo. PAOLO CAPRIOLI / AG. TOIATI

“Oggi il sito del comune di Roma pubblica nella homepage un disinvolto elenco dal titolo #romarinasce e nella parte riguardante l’assessorato guidato da ADRIANO MELONI è possibile leggere i risultati raggiunti che sono di seguito descritti: Stop Abusivi a Roma: controlli in aumento; presidi per la legalità e per il commercio sano; l’abusivismo commerciale è un fenomeno difficile da sradicare. Nelle nostre linee programmatiche – prosegue il resoconto dell’assessorato- abbiamo posto il contrasto all’illegalità nel commercio come priorità. Abbiamo chiesto la collaborazione della Polizia Locale, in due direzioni: colpire l’origine della filiera; presidi fissi sul territorio per scoraggiare la presenza di venditori. I numeri conseguiti grazie agli interventi della Polizia Locale di Roma Capitale e dei i gruppi municipali da luglio a dicembre 2016: 262.000 controlli su area pubblica; 1.022 sequestri penali; 15.766 sequestri amministrativi (Dati Comando Generale della Polizia Locale di Roma Capitale rielaborati) Individuazione di aree critiche sulle quali intervenire con presidi fissi. La prima sperimentazione ha interessato Piazzale Flaminio.




Peccato che quanto riportato nel sito stride fortemente con il  grido di dolore lanciato  su un noto quotidiano romano dagli operatori turistici e dal vicepresidente della Fiavet Lazio, Giancarlo Iaquitto che lamenta come: ‘Oltre al problema dei trasporti e alla sporcizia delle strade, sono sempre di più i turisti che si lamentano con le nostre agenzie di viaggio per l’assillo dei venditori ambulanti irregolari’. Non meno grave peraltro sono le raccomandazioni della  guida Floriana Dordeti che si raccomanda con i suoi clienti di stare ‘al centro, al centro della strada per  non calpestate borse e occhiali’  una richiesta che ripete più volte dall’altoparlante mentre percorre via delle Muratte, invasa da pittori, street artist, venditori di bijoux e teli con borse e occhiali da sole contraffatti. Altri operatori del settore lamentano che spesso ‘sono scoppiati litigi tra gli stranieri e gli ambulanti che con la merce restringono il passaggio dei pedoni. Capita che i bambini, inavvertitamente, schiaccino gli oggetti posati a terra’.

Sono proprio le strade che portano verso i monumenti quelle tra le più assediate dagli abusivi che costantemente braccano i turisti. Dei  risultati di cui si fregia l’assessore Meloni nel resoconto #romarinasce, evidentemente non c’è riscontro tra gli operatori turistici che anzi, evidenziano l’aggravarsi del fenomeno che rischia di diventare un vero e proprio  boomerang per la capitale che trae dal settore turistico la parte più importante del proprio P.I.L..  Roma ha bisogno di interventi seri non di racconti che non rispondono alla realtà quotidiana di chi la città la vive tutti i giorno.”

Così in una nota il consigliere del PD capitolino Antongiulio Pelonzi