“Io e Giovanna” spettacolo con Lucio Allocca e Tina Femiano al Teatro in Archivio

Nell’ambito delle attività per il suo decennale, NarteA lancia nel mese di luglio l’idea di una piccola rassegna di teatro dedicata a temi storici, intitolata Teatro in Archivio. Tre spettacoli avranno luogo nel monumentale cortile di Palazzo Ricca, sede del Museo dell’Archivio Storico del Banco di Napoli (via Tribunali 214), con appuntamenti dall’8 al 23 luglio.
Per partecipare è necessaria la prenotazione ai numeri 339 7020849 o 333 3152415. Il costo del biglietto è di 12 euro. Un’ora prima dello spettacolo, con lo stesso biglietto, è possibile effettuare la visita al Museo multimediale Kaleidos, allestito da Stefano Gargiulo | Kaos Produzioni presso l’Archivio Storico del Banco di Napoli.

Ad inaugurare il nuovo progetto, l’8 luglio ore 21.00 (con replica il 9 alle ore 20.00), saranno Lucio Allocca e Tina Femiano con il reading-spettacolo Io e Giovanna, tratto dal libro di Delia Morea, La voce delle mani, l’adattamento e la direzione scenica sono di Carmen Femiano. La vicenda si svolge sullo sfondo della Guerra dei Cent’anni: la storia è quella di Anna, una prostituta-vivandiera (interpretata da Tina Femiano) che prima per odio vorrebbe uccidere Giovanna D’Arco, poi inizia a venerarne la figura e infine per salvarla prova a prendere addirittura il posto, parlandone con un monsignore (Lucio Allocca). «Proveremo a racocntare questa storia come scontro tra poteri, spiega la regista Carmen Femiano: qui il potere della manipolazione si intreccia con il potere dei poteri… E tutti, il potere dell’ethos, dell’eros e del pathos, il potere della femmina, sono destinati a soccombere di fronte al nullificante e asservente potere della Chiesa, rappresentato dal Monsignore-Presidente del Tribunale Ecclesiastico, che, in nome della Chiesa, manda “Tutti al rogo!”»

La rassegna continua il 15 luglio (ore 21.00), con Roberto Giordano, che porta in scena Napoletani di versi, spettacolo nel quale la storia della lingua diviene il mezzo attraverso cui si narrano le vicende di un popolo e di una città. A chiudere la rassegna il 22 luglio (ore 20.00) e 23 (ore 21.00) sarà lo spettacolo di NarteA La città degli altri, scritto e diretto da Febo Quarcia.

I video del giorno